PositiveQueen - “Don’t stop me now”, eccitante canzone futuristica

Nel 2015, in un suo studio, il dottor Jacob Jolij dell'università di Groningen l'ha definita la canzone più positiva di tutti i tempi

Secondo singolo tratto dall’album Jazz (EMI, 1978), dopo “Fat bottomed girls / Bicycle race” che ne aveva preannunciato l’uscita, “Don’t stop me now” si candidava a diventare uno dei brani più memorabili della band inglese, se non della musica leggera anglosassone tout court: a tal punto che, nel 2015, si trova a essere ritenuta la canzone più positiva di sempre. Se la musica martellante e esaltante contribuisce senza dubbio in gran parte, anche col testo non si scherza. Se, come si sa, gli incipit sono rivelatori, allora il nostro non lascia spazio a dubbi:

Tonight I’m going to have myself a real good time
I feel alive and the world turning inside out
And floating around in ecstasy

Stanotte me la spasserò alla grande
Mi sento vivo e il mondo si capovolge
E il mondo tutt’intorno fluttua in estasi

Il clima eccitato e festoso, ancor prima di ritornellare nel suo ossessivo “Non fermarmi ora”, esplode subito in un’estasi che non ha davvero niente di mistico. Pochi versi dopo, infatti, vediamo lady Godiva, l’antica nobildonna di Coventry divenuta celebre per la sua cavalcata senza veli, sfrecciare su un bolide anni Settanta...
“Travelling at the speed of light” siamo lanciati con forza da una motorizzata aura medievale dentro atmosfere futuristiche e fantascientifiche:

I’m a rocket ship on my way to Mars
On a collision course
I’m a satellite I’m out of control

Sono un razzo spaziale sulla via di Marte
In rotta di collisione
Sono un satellite fuori controllo

Fino a giungere alla finale esplosione, tanto sensuale che atomica: metafora sotto la quale Freddie Mercury reitera in un potente climax il sentimento gioioso che ossessivo si ripete per tutta la canzone: “Don’t stop me, don’t stop me / Don’t stop me have a good time”, “If you want to have a good time just give me a call”: non bisogna fermare chi si sta divertendo, bensì accodarsi a lui in un’esplosione di positività!








ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok