Storie

06 Set 2019


Il vocabolario della carità

50 anni di professione di Gigliola Casati, responsabile de "La Nostra Famiglia"

Una vita di servizio e di dono. È questo il senso della festa di ringraziamento al Signore per i 50 anni di professione di Gigliola Casati, direttrice delle sedi de “La Nostra Famiglia” del Veneto. Sabato 7 settembre presso la sede principale di Ponte Lambro avrà luogo la celebrazione eucaristica per dire grazie per i 50 anni di consacrazione e di vita spesa per il prossimo, specialmente quello fragile. Sin da giovane ha partecipato alle esperienze di volontariato presso le sedi de “La Nostra Famiglia” della Lombardia sino a maturare la scelta di fare della sua vita un servizio totale entrando a far parte della comunità delle Piccole Apostole della Carità vivendo così il messaggio del Beato Luigi Monza, fondatore de “La Nostra Famiglia”: la parola basta non esiste nel vocabolario della carità.

Era il 1981 quando fresca di professione veniva destinata alla sede di Conegliano. La sua presenza a Costa è stata caratterizzata da una costante attenzione alla qualità del servizio erogato e ad un solido e costruttivo rapporto con il territorio. Infatti la sede di Conegliano sotto la sua direzione ha vissuto un periodo di crescita. Ha coniugato le competenze dei professionisti con i bisogni e le necessità dei bambini e delle loro famiglie. Lo stile dell’Ente, ben espresso dall’operato di Gigliola, è stato quello di accogliere e dare risposte a tutti quelli che bussavano alla porta.  Una particolare attenzione è stata sempre riservata al rapporto con il territorio, sia quello istituzionale ma specialmente quello delle relazioni umane. Ha promosso, sostenuto le molteplici iniziative che si sono sviluppate attorno all’attività riabilitativa, “la disabilità - sostiene - non deve rimanere relegata in collina, anche se molto bella, ma deve essere vissuta e accolta attraverso processi di inclusione che dovrebbero far parte della quotidianità”.

Ha promosso ed incoraggiato molte attività legate ai giovani, ai volontari, alle persone amiche de “La Nostra Famiglia” convinta che in un contesto di diversità ognuno poteva trovare spazi di crescita per una miglior qualità della vita. Un pensiero particolare è sempre stato rivolto alle famiglie, luogo privilegiato dove si vive l’amore, si sperimenta la dimensione spirituale, dove si fanno progetti e dove si piangono i fallimenti e le fatiche. Infatti in questi anni ha sempre sostenuto la spiritualità familiare creando occasioni di incontro e condivisione ma ha speso ancor più energie con l’Associazione Genitori de “La Nostra Famiglia” in quanto ha colto la fragilità delle coppie che improvvisamente si trovano a gestire un figlio con abilità diverse. L’approccio migliore non è stato quello di calare dall’alto le soluzioni ma quello di rinforzare i rapporti di coppia affinché dall’interno emergano le risorse per superare le difficoltà. In questa fase la forza del gruppo ha sempre avuto un ruolo fondamentale.

Anche nella veste di direttrice regionale delle sedi del Veneto si è costantemente prodigata affinché tutte le sedi e tutte le persone mettessero in rete le proprie competenze e conoscenze per soluzioni e prospettive condivise. Questo è il suo stile e questa è la sua forza.

Una frase del vangelo di Giovanni ha sempre caratterizzato la sua azione “Se il chicco di grano, caduto in terra non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto”. Gigliola con questo chicco ha fatto nascere parecchi germogli che si trovano nel cuore e nella mente di chi l’ha incontrata.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok