La leggenda di Giovanni Due Cuori

Uno spettacolo teatrale sulla straordinaria vita di Janusz Korczak e i suoi bambini.

In occasione del 32° anniversario dell’approvazione della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, andrà in scena lo spettacolo di e con Carlo De Poi “La leggenda di Giovanni Due Cuore” in un doppio appuntamento: venerdì 19 novembre a Vittorio Veneto (Patronato Costantini Fiorentini) e sabato 20 novembre a San Fior (Sala Polifunzionale).

Uno spettacolo che racconta, sotto forma di fiaba, una storia di vita straordinaria: quella di Janusz Korczak (Giovanni Due Cuori), medico e pedagogista polacco, ideatore e direttore per oltre 30 anni della “Dom Sierot”, la “Casa degli Orfani” di Varsavia, una vera e propria “società dei bambini” organizzata secondo i principi di giustizia, fraternità, uguaglianza dei diritti e dei doveri tra alunni ed educatori. Un microcosmo a misura di “piccole donne” e di “piccoli uomini” che concordavano sulle leggi da darsi affinché tra loro regnassero sempre rispetto, attenzione, cura reciproca, modi non distruttivi di risoluzione dei conflitti. Una piccola isola felice, mentre tutto attorno era guerra. Gli anni, infatti, erano quelli compresi tra le due grandi guerre mondiali. Nel 1939, invitato più volte a trasferirsi all'estero, il pedagogo rifiuta di lasciare i suoi bambini.
Un’esperienza che, malgrado il tragico epilogo provocato dalla violenza nazista nell’agosto 1942, rimane esemplare e continua a commuoverci per coerenza, dignità e amore per il prossimo.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok