Storie

09 Gen 2020


Oderzo e Venezia Bizantina: incontro con lo storico Nicola Bergamo

Un viaggio nei primi quattro misteriosi secoli di vita della città lagunare: sabato 11 gennaio 2020 a Oderzo (TV), città che ebbe un ruolo fondamentale nella fondazione di Venezia.
Abbiamo ancora bene impresse nella nostra memoria le immagini delle devastazioni causate dall’acqua alta a Venezia. Ma ci fu un lunghissimo tempo in cui in laguna l’acqua, più che un pericolo, era fonte di vita, via di comunicazione e soprattutto barriera di difesa: questo in particolare nei primissimi secoli di esistenza della città, ancora avvolti in quella coltre di mistero che solo certe leggende sanno dare.
Venezia bizantina è il titolo di un saggio edito da Helvetia Editrice e realizzato dallo storico veneziano Nicola Bergamo*, uno dei principali studiosi italiani dell’Impero Romano d’Oriente. Tra le pagine del libro, Bergamo si muove con destrezza tra storia e leggenda mostrando come la prima serva a spiegare la seconda, e viceversa. In questo modo ci racconta la storia di Venezia dalle sue origini fino alla sua completa indipendenza da Costantinopoli.
L’autore ha inevitabilmente incrociato quella storia con la storia di Oderzo la quale all’epoca, pur essendo ormai lontana dai fasti di un tempo, era con ogni probabilità la capitale amministrativa di un territorio sotto il controllo dell’Impero Romano d’Oriente che si sarebbe in seguito evoluto in ducato e quindi nella Repubblica di Venezia: la Oderzo di san Tiziano, di san Magno e di Paolo Lucio Anafesto il quale sarebbe stato eletto il primo “doge” veneziano. Il dott. Bergamo mostra come, al di là di questa figura dai contorni leggendari, rimane il fatto che la nobiltà opitergina, trasferitasi nella più sicura Eraclea per sfuggire alle incursioni longobarde, ebbe un ruolo decisivo nella nascita di quell’umile comunità di profughi nella zona di Torcello che sarebbe lentamente diventata la splendida città che tutto il mondo ci invidia.
La presentazione del libro in presenza dell’autore si terrà - non a caso - in prossimità della ricorrenza di san Tiziano vescovo di Oderzo: l’appuntamento è per sabato 11 gennaio 2020 alle ore 17 presso la Sala del Campanile proprio a Oderzo.
L’incontro è organizzato dall’associazione culturale Fucina n.4 in collaborazione con la Libreria Opitergina. A moderare l’incontro sarà la dott.ssa Irene Samassa.

*Nicola Bergamo nasce a Venezia nel 1977, si laurea con il massimo dei voti (e lode) in presso l’Università di Venezia, relatore Prof. Ravegnani, con una tesi sull’esercito esarcale. Successivamente si trasferisce a Belfast dove ottiene un MA in Byzantine Studies and Modern Greek con encomio. Vince una borsa di studio presso la Notre Dame University (USA) dove lavora come junior research nel 2009. Nel 2011 viene accolto come studente dottorale presso l’EHESS di Parigi, direttore Prof. Odorico con una tesi sul gioco a Bisanzio. È stato visiting fellow presso la Fordham University da ottobre a dicembre 2014. Ha pubblicato Costantino V (2007), i Longobardi (2012), Irene Imperatore di Bisanzio (2015), L'Esercito di Bisanzio in Italia (2016), Carlo Zen, l’eroe di Chioggia (2018), Venezia Bizantina (2018) oltre che diversi articoli a carattere scientifico. Ha partecipato come relatore a diversi convegni nazionali ed internazionali. È direttore scientifico della rivista internazionale di studi bizantini “Porphyra” e nel 2003 è stato l’ideatore, il fondatore e l’amministratore del primo sito di storia bizantina in Italia (www.imperobizantino.it).






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok