Storie

16 Giu 2016


UN CORAGGIO DA NOBEL

"Prendiamo in mano i nostri libri e le nostre penne. Sono le nostre armi più potenti." Malala Yousafzai

Qual è il significato della parola "coraggio"?

Malala Yousafzai lo conosce bene, sa cosa significa aggredire le mura dell'ingiustizia utilizzando gli ideali in cui crede e provando ogni giorno sulla propria pelle la possibilità di cambiare le cose.

Vincitrice del Premio Nobel per la pace nel 2014, Malala è una ragazza pakistana di 18 anni che da tempo si batte per i diritti civili e per il diritto all'istruzione delle ragazze nei paesi musulmani. Un sogno piuttosto scomodo per alcuni connazionali, anche se niente può in realtà fermare la sua forza d'animo e la sua capacità di lanciare messaggi positivi che facciano dell'ineguaglianza un ricordo sbiadito e lontano.

Nonostante il tentativo dei talebani di porre fine ad uno dei suoi diritti fondamentali, quello alla vita, Malala non si è fermata e ha continuato a prendere parte ad importanti assemblee e discussioni a livello mondiale.

Chi meglio di lei può insegnare che una salita non è mai troppo ripida per essere affrontata, che chi ha un'arma in mano probabilmente si sta solo nascondendo dalla propria debolezza, che un sogno può migliorare la propria vita e quella degli altri, se viene inseguito nel pieno delle proprie forze.

Ognuno di noi ha il compito di trasformare la vita di Malala e di coloro che condividono la sua stessa situazione. Facciamo in modo che non sia una delle tante storie di ribellione, ma che diventi il fondamento per la creazione di un mondo a colori, perchè è quello di cui abbiamo bisogno.


Qui sotto il video del discorso di Malala tenuto all'Assemblea della gioventù delle Nazioni Unite a New York.








ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok