Doppietta

Via Fuxia & Guglia De Amicis

Essendoci ancora neve a Nord, nonostante le temperature in netto rialzo, andiamo a chiudere un settore del Popena. Data la sua esposizione a Sud, è completamente "pulito". Con l'occasione mettiamo in programma anche la Guglia De Amicis, un pinnacolo molto invitante, con una storica via di Hans Dulfer.

Partiamo in cinque alle 7.00, ma, arrivati sotto la parete, una ragazza non si sente bene, cosi iniziamo la via Fuxia in due cordate da due.

Il sole, nonostante le rosee previsioni, ci abbandona, lasciando spazio all'aria e alle nuvole, cosa che in realtà ci permette di arrampicare meglio date le temperature.

I primi tre tiri sono quasi interamente sprotetti essendo sul IV. Dopo la metà, le cose si fanno molto più divertenti e il tiro "chiave" è ben protetto.

Come al solito, fatto il tiro più "duro" sul successivo mi rilasso un pò, invece, il grado resta più o meno uguale al precedente, ma totalmente sprotetto. Il diedro però permette di utilizzare ottimamente i friend e riesco a piazzarne uno ogni 4 metri in una fessura che lo taglia verticalmente.

Arrivati in sosta è fatta: mancano i facili passaggi del settimo tiro e siamo in cima.

Recupero Francesca e mentre aspettiamo l'altra cordata, vengo assalito da un agguerrito gruppo di formiche rosse, alle quali sbadatamente devo aver urtato parte della loro casetta.

Arrivati anche Teseo e Nicola, scendiamo per il sentiero della "normale" e in mezz'ora siamo alla macchina; l'altra ragazza che stava male è ancora KO. Portiamo l'auto alla vicina malga e, da qui, io e Teseo ci riprepariamo per fare la Guglia.

Iniziamo a seguire il sentiero, per poi abbandonarlo e prendere una via diretta nel bosco che in meno di mezz'ora ci porta all'attacco del nostro pinnacolo.

La via sulla carta è facile, quindi partiamo in relax. Il primo tiro non delude le aspettative: Teseo in breve è alla sosta, adesso tocca a me.

Sarà la stanchezza per i vari dislivelli fatti, sarà la troppa velocità nell'arrivare qui... Ma inizio a salire e mi trovo senza protezioni e nella massima esposizione costantemente. Seguo le sommarie indicazioni cercando la roccia "buona" in mezzo a tanto giallo fragile.

Arrivato a metà, con sotto di me una bella clessidra e tre "friend" piazzati in maniera discutibile (vista la friabilità), inizio a temere il volo; mi si azzera la salivazione. Continuo ad essere in costante eposizione. In alcuni punti strapiomba leggermente, ma quello che mi fa specie è il non avere protezioni valide.

Cerco - e fortunatamente trovo - riposi che mi permettono di mantenere la calma. Mi mancano 6 mt per arrivare alla sosta. La linea è chiara. L'ultima protezione è ben distante. Traveso delicatamente a destra per prendere la linea migliore. Trovo una fessura e piazzo un "friend". Mi sposto ancora un pò ed ecco... un chiodo! Finalmente! Metto il rinvio, e di colpo tutto diventa facile; la tranquillità di una protezione sicura... . In un attimo sono in sosta.

Recupero l'amico, che sale anch'egli faticosamente, trovando non pochi problemi. Adesso resta un boulder di V, azzerabile, anche se in realtà si tratta di un passo di forza, e poi qualche roccetta di III.

Sono in cima. Il sole esce e ci scalda, regalandoci una splendida vista sull'innevatissima zona del Sorapis, le fantastiche Tre cime ed il Popena alle nostre spalle.

E bravo Hans... Un IV (probabilmente per la stanchezza e per le precarie protezioni) che ho trovato più difficile del VI fatto due ore prima...

Ci caliamo in doppia, anche se vorremmo restare lì a guardare il tramonto ormai vicino, ma ci aspettano gli altri.

Una volta scesi, inizio a tirare la corda e... niente non viene, cosa già successa sul Campanile Dulfer. Salgo sugli spaccati a destra della Guglia e dopo vari tentativi ecco che si sblocca...

In una quindicina di minuti siamo alla malga... Chiusa! Prendiamo l'auto e via a Calalzo a mangiare e soprattuto a bere qualcosa...






ABOUT AUTORE









Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok