Ospo via Medo

Falesia Slovena

Bloccate le Dolomiti per il giro d'Italia, decidiamo di andare ad Ospo, in Slovenia, sfruttiamo quest'occasione prima che arrivi il caldo eccessivo, in quanto le pareti sono a Sud (quindi esposte al sole) e la quota e bassa.

Così partenza alle 6.00, siamo in tre, arrivati nel paesino, parcheggiamo vicino al campeggio, da lì a piedi proseguiamo per la principale e poi dopo un ponticello entriamo nel bosco e in breve siamo sotto alla parete. L'attacco è un pò nascosto dalla vegetazione, vicino ad un cartello che evidenzia una specie di uccelli protetta.

Il primo tratto è quasi interamente da proteggere e su roccia detritica, ma nei sucessivi sempre più compatta e tra spit e chiodi sembra di essere in falesia, il terzo tiro è un pò unto specie nel passaggio chiave, il quarto sempre verticale o in leggero strapiompo, in cima uno spiazzo erboso che ci ha permesso di rilassarci un pò (occhio alle zecche) e poi giù...

Purtroppo si può scendere solo in doppia (o almeno non abbiamo trovato ne guide ne sentieri), le prime due calate sono facili, poi si atterra su un terrazzino (non molto rassicurante) e da qui consigliano di scendere altri 25mt strapiombanti rinviando sulla via a sx della sosta. Noi, avendo due corde abbiamo optato per un'unica calata di 55mt (gran parte nel vuoto) per atterrare sulla sosta del primo tiro e da lì con un'altra di 25mt si arriva comodamente al sentiero da dove siamo partiti.

Delicata nel detritico, equilibrio nei leggeri traversi, placca, diedri e alcuni passi di dulfer, la rendono una via varia e divertente, la giornata splendida e fortunatamente non caldissima, ha completato il quadro.

Di seguito il link con la relazione:

http://www.sassbaloss.com/pagine/uscite/ospo/ospo.htm






ABOUT AUTORE









Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok