LA VITA SI NUTRE CON LA VITA

Tatiana Coan, kinesiologa e naturopata, ci presenta il suo libro di ricette: una danza di colori, una magia di sapori, un'esultanza di vita che genera vita. E ci propone subito una ricetta stagionale sempre gradita: gli gnocchi di zucca.

“La Vita si nutre con la Vita” è un libro pensato e scritto per fare informazione condividendo quanto ho studiato e soprattutto sperimentato su di me. Grazie al cibo ho riscoperto il gusto della vita e la ricetta per stare in salute che passa per una sana alimentazione, fatta di cibi ben combinati tra loro e per la comprensione delle sofferenze dell’anima che il corpo manifesta attraverso i sintomi.

Ora, nelle mie scelte alimentari tengo ben a mente la differenza tra alimenti ricchi di vitalità e prodotti raffinati, snaturati da processi chimici o creati in laboratorio, distanti anni luce dal reale fabbisogno dell’organismo umano. Personalmente, come molti lettori, per molti anni e per ingenuità, mi sono affidata negli acquisti a ciò che trovavo in commercio e che per legge può essere venduto, per poi scoprire verità agghiaccianti su parecchi ingredienti. Mai mi sarei immaginata che molti prodotti comunemente consumati potessero contenere sostanze che vanno a ledere la nostra salute e ho compreso che la verità ce la dobbiamo cercare soprattutto in questo momento storico dove la maggior parte dei mezzi di comunicazione persegue quasi esclusivamente logiche di profitto incuranti del nostro benessere.

Ad ogni modo, vedendo il lato positivo di questa realtà virtuale che ci viene proposta e riflettendo sul perché venga permesso produrre cibi spazzatura, mi viene da pensare che proprio per il fatto che questi “mezzi di distruzione di massa” si vedono leggendo attentamente le etichette, per il nostro benessere, possiamo scegliere di evitarli, esercitando così la nostra libera volontà, il nostro istinto e la nostra coscienza. Il corpo fisico sta già facendo la sua parte ribellandosi a queste follie dell’uomo moderno, tant’è che ci mostra un dilagare di disfunzioni: allergie, intolleranze, obesità, anoressia, crisi di panico, ansia, depressione e problematiche anche più gravi. Quindi, invece di sopprimere i sintomi come siamo stati educati a fare e come continuamente ci viene suggerito dalla pubblicità, potremmo valutare di riavvicinarci alla natura, che da sempre ci ha fornito soluzioni. Si pensi alle erbe e ai minerali che sono stati e sono tutt’ora una cura risolutiva, strumenti a disposizione dell’uomo per permettergli di gestire le paure, risanare le ferite emotive, ripulirsi da tossine e alcalinizzare il sangue da pensieri acidi. Sorge spontanea la domanda sul perché l’omeopatia venga tanto osteggiata, sarà forse perché in gioco ci sono gli interessi dell’industria farmaceutica e/o forse perché le cure naturali permettono di ristabilire quel vero dialogo interiore e quella comunione tra noi esseri umani e la natura? A voi lettori la libertà di trarre le vostre conclusioni, considerando ciò che è buono, vero e giusto per tutti gli esseri viventi.

Altro passaggio obbligatorio per ritrovare il colore della vita e riprenderci la salute, è acquisire una maggiore consapevolezza di sé andando all’origine dei propri malesseri e comprendendo ciò che li causa. Percorrere questa strada comporta riaprire vecchie ferite, riattivare risorse latenti, modificare abitudini mettendo la volontà al servizio di quella “anima cosciente” che, se lo desideriamo, ci può veramente ricondurre alla salute.

Le ricette riportate nel mio libro sono la dimostrazione pratica di come sia facile affidarsi alla natura e ai suoi ritmi, ritrovando in essa ciò che ci nutre e ci dà sostentamento. Più gli alimenti saranno freschi, maggiore sarà la qualità e il gusto dei piatti.

Per celebrare l’autunno, vi propongo qui di seguito una ricetta che ha riscosso un enorme successo: gli gnocchi di zucca, che con il loro colore, ci ricordano quell’invisibile e indiscutibile legame tra il corpo e lo spirito.

GNOCCHI DI ZUCCA

Tempo di preparazione: 30 min
Tempo di cottura: 30 min per cuocere la zucca, 5 min per cuocere gli gnocchi dopo che avete portato l’acqua ad ebollizione.
Senza latticini
 
Ingredienti per 4 persone:
gr 800 di zucca
gr 250 farina integrale di farro
Foglie di salvia fresche
Sale alle erbe
1 cucchiaio di sale integrale
Olio extra vergine d’oliva
15 noci

Preparazione:

1. Lavate la zucca, tagliatela a grossi pezzi e cuocetela al vapore con alcuni semi.
2. Lasciatela raffreddare, togliete la buccia, i semi e riponete la polpa in una terrina.
3. Aggiungete la farina alla zucca e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo.
4. In una pentola, mettete dell’acqua e quando bolle aggiungete un cucchiaio di sale grosso integrale.
5. Raccogliete il composto con un cucchiaio, formando delle piccole palline che getterete nell’acqua quando bolle. Lasciate che si cuociano e capirete che sono pronte quando vengono a galla, così mano a mano procedete a toglierle dal fuoco.
6. A parte preparare il condimento: tagliate la salvia finemente e cuocetela per alcuni minuti con dell’acqua e del sale alle erbe.  A fine cottura aggiungete l’olio a crudo.
7. A parte, macinate le noci, fino a ottenere una granella di noci...  un fantastico sostituto al banale formaggio...
8. Servite gli gnocchi con l’olio e la salvia e spolverate con le noci.
 
∼ Tatiana Coan





ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok