Cucina

22 Nov 2019


L’ingrediente segreto... anzi: magico!

Lo chef Armando Zanotto “sforna” un nuovo, originalissimo, sorprendente libro di ricette. Dove ogni pietanza - dagli antipasti, ai primi, ai secondi, ai dolci, ai contorni - ha uno spumeggiante ingrediente comune, che diventerà irresistibile anche ai fornelli.

Albert Einstein (ma sì! cominciamo da lui) diceva: “La creatività è contagiosa. Trasmettila”. Bella scoperta. Una donna o un uomo può essere un autentico talento nel creare, scoprire, improvvisare, sorprendere..., ma per contaminare altre donne e uomini con la propria creazione deve avere una virtù che non s’improvvisa: la generosità. Deve possedere il “talento dell’abbraccio”. Qualunque sia l’ambito in cui la creazione, l’invenzione, l’idea nasca e prosperi.

Premessa lunghetta? Uhm, forse..., ma è funzionale allo scopo. Creare - e ci risiamo! - aspettativa. Il libro che aspettavamo (e che non c’era) da poche ore occhieggia sugli scaffali delle librerie. Non è un romanzo, né un saggio. Né un manuale di istruzioni per navigare in un’estate che si è annunciata bollente. È un nuovissimo libro di ricette. E il superlativo ci sta tutto. Perché a firmarlo è uno chef d’eccezione come Armando Zanotto (che possiede, tra le altre, la virtù della creatività e della generosità), perché è il frutto di un’intuizione sorprendente, perché ogni pietanza ha un comune - irresistibile - ingrediente principe.

Il libro che conquisterà cuochi provetti e “in prova” è Il Prosecco in cucina, De Bastiani editore. Un volume che contiene cento inedite ricette tradotte anche in inglese.

Dove sta la novità, Armando?

L’intuizione che ho avuto qualche tempo fa e che si è concretizzata in questo libro di ricette andrebbe assaporata più che descritta. La tradizione culinaria, specialmente trevigiana e veneta, non ha mai disdegnato una spruzzata di vino sia nei primi piatti che nei secondi. Quello a cui nessuno aveva mai pensato è stato assegnare un posto da protagonista a un ingrediente che finora ha avuto solo un ruolo complementare.

Il Prosecco appare ed evapora nei piatti tradizionali. Come un ricordo dolce ma evanescente. Ma questo vino straordinario merita di più perché ha un talento aromatico che nessuno ha ancora sperimentato del tutto. E nelle cento ricette che propongo il Prosecco, insieme al succo di acini d’uva Glera, e alla centrifuga di grappoli diventa l’ingrediente principale di piatti entusiasmanti, innovativi, a volte rivoluzionari. Piatti che hanno alle spalle la migliore tradizione gastronomica, ma che si presentano con una veste e una personalità adatta alla nuova epoca.

Come può dunque essere utilizzato il Prosecco in cucina?

Ho creato il “brodo di vino” per sostituirlo a quello di carne o a quello vegetale, la salsa maionese al prosecco, il pesce bollito o al vapore utilizzando esclusivamente prosecco anziché acqua. Ho suggerito di usare il Prosecco o il mosto al posto dell’acqua nella cottura della pasta o del riso; ho inventato la marmellata, il gelato, la crema pasticcera al Prosecco e il Tiramisù col sapore e il profumo di un brindisi. Il lettore si stupirà nel leggere che le verze vengono affogate nel Prosecco, che la cipolla viene appassita nel dolce nettare delle nostre colline, che anche i tradizionali “fasioi” possono essere “ubriacati” prima di essere serviti. Ogni pietanza, dagli antipasti ai golosissimi dessert, viene esaltata da un sentore e un aroma biondo e profumato che solo il Prosecco può donare. 

Se in passato c’è stata l’età classica, risorgimentale, l’età dell’oro, adesso – almeno in cucina! – possiamo entrare nell’età del Prosecco.

Armando, oltre trent’anni fa, da pioniere tra i fornelli, hai inaugurato un felice capitolo della gastronomia promuovendo il radicchio in cucina con un libro di grande successo. Ti aspetti la stessa fortuna con Il Prosecco in cucina?

Io sono un ottimista! E amo la cucina fin da quando ero un bambino discolo che preferiva la trattoria di mamma Nella alle anguste aule scolastiche! Credo che anche quest’avventura gastronomica ed editoriale avrà il successo che merita, proprio perché promuove un prodotto eccellente come il Prosecco. 

Sarà lui il protagonista della tavola futura. E io non posso che salutare con un brindisi il suo successo anche in cucina!

Chi ti conosce sa che il sapore dei tuoi piatti rima costantemente con amore. O addirittura con eros. Quanto sono seduttive le ricette che proponi?

Da uno a 10, direi 10 e lode! Amo talmente il Prosecco anche per le sue doti seducenti che gli ho dedicato una ballata dal titolo “Far l’amore col Prosecco”. Nei miei versi questo vino diventa appunta un biondo, passionale, dolce, irresistibile amante. “Degustarmi - scrivo - è un’arte. Lasciarmi è un peccato di gola. Perché in me risiede l’armonia delle sensazioni. Olfattive, visive, gustative.

Io, Prosecco, risveglio i sensi, li riconcilio con il mondo. Curo, do conforto, faccio confessare ciò che preme dentro l’anima. Eppure vado preso per il verso giusto. A piccoli sorsi. Con moderazione”.

A chi hai dedicato questo libro?

Scrivendo questo ricettario dedicato al Prosecco, ho ripensato alla mia vita. Al mio passato. Alle difficoltà e alle fatiche che ho incontrato, ma soprattutto ai successi e alle soddisfazioni che mi hanno gratificato. E credo di poter affermare di essere un uomo felice. Sono un marito teneramente innamorato della donna che ho incontrato fanciulla, sono un padre disponibile, un nonno affettuoso. In tanti anni non ho mai tradito la mia passione più autentica. L’ho intrecciata alla mia vita privata. L’ho trasmessa a mia moglie Ave e alle tante altre persone con cui ho allacciato un bel rapporto d’amicizia e di collaborazione. Ho quindi dedicato questo libro alle donne della mia vita: mia mamma Nella e mia moglie Ave. Ma anche a mio figlio Luigi, a mia nuora Paola, ai miei nipoti Elena e Francesco, e ai tanti amici di cui ho la fortuna di essere circondato.

Dunque ci siamo. Il Prosecco ha ispirato Armando Zanotto. E ora la gastronomia ha un cuore frizzante. E dolce come mai prima.

 

Emanuela Da Ros

 






ABOUT AUTORE









Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok