Escursione al rifugio Pertini e Sasso Piatto

Sentiero facile ed entusiasmante
Una delle escursioni più classiche che si possono fare in val di Fassa, molto facile, è percorre un tratto del giro del Sasso Piatto, più precisamente dal Col Rodella al rifugio Sasso Piatto, una tappa obbligata se si passa per questa bellissima valle. Il sentiero, seppur facile (il dislivello tra saliscendi è di circa 200 metri), è molto entusiasmante, il panorama che si gode è fenomenale e il Col Rodella è sicuramente uno dei punti più panoramici della Val di Fassa. I gruppi montuosi che si possono ammirare sono in primis il Sassolungo dove sono facilmente riconoscibili le 5 dita, poi si può ammirare il gruppo del Sella, la Marmolada il Catinaccio e infine si può vedere tutta la vallata dall’alto.
I rifugi che si toccano son ben 5: all’arrivo della funivia che parte da Campitello di Fassa si trova il rifugio Des Alpes e il rifugio Col Rodella, subito dopo si trova il rifugio Friedrich August dove si trova lo Yak gigante, successivamente si passa per il rifugio Pertini e infine si arriva al rifugio Sasso Piatto.

Per quest’escursione si lascia la macchina al parcheggio della funivia a Campitello in val di Fassa e si prende, appunto, la funivia che porta in cima al Col Rodella a 2480 metri s.l.m., uno dei punti più panoramici della val di Fassa, ideale per fotografare da sud il gruppo del Sassolungo. Da qui si scende di diversi metri d’altitudine e si seguono le indicazioni per il rifugio Friedrich August seguendo il segnavia nr 557 sulla sinistra. Arrivati al rifugio a 2298 metri si prosegue sempre lungo il sentiero, un bellissimo percorso in cresta di montagna fino ad arrivare al rifugio Sandro Pertini a 2300 metri. Qui si è più o meno a metà strada e proseguendo si arriva al rifugio finale il rifugio Sasso Piatto situato sempre a 2300 metri s.l.m. A circa metà strada è situata anche la Malga Sasso Piatto che, con una piccola variazione del percorso, si può raggiungere. Per il ritorno si prosegue per la stessa strada effettuata all’andata.

Variante: Arrivati al rifugio Sasso Piatto se si vuole fare un’escursione ad anello anziché tornare indietro si può proseguire per il sentiero 533 scendendo a Campitello per la val Duron e passando anche per il rifugio Micheluzzi.

 

Fonte: www.volpidelvajolet.it






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok