Sestier 2084mt

Ritorno in Alpago

Tra il meteo incerto e il poco tempo libero, questo week-end puntiamo una cima del vicino Alpago, consigliata da Pier: il Sestier.

Tendiamo sempre un pò a dimenticarci delle cime dell'Alpago, puntando sempre alle Dolomiti; in realtà, la zona è molto bella e severa, ricca di notevoli dislivelli e avvicinamenti importanti.

Così, dopo un veloce controllo alla cartina della zona e un'ultima occhiata al meteo, partiamo da casera Cate. Le ultime piogge hanno tolto tutta la neve, quindi zaini "light" e via veloci nel bosco verso casera Pal e poi casera Pian de le Stele, dove incontriamo due cacciatori.

Qui facciamo una pausa e poi puntiamo la ripida salita d'inanzi a noi, che porta con un unico salto di 600mt sulla forcella alla destra della cima.

Proseguendo per facili rocce, siamo in cima... meno di due ore, abbiamo ancora molto tempo a disposizione, quindi optiamo per completare il giro passando per le creste successive fino alla cima Cautana. Nei vari sali e scendi troviamo poco sotto di noi due camosci, che, fortunatamente, sono nel versante opposto a quello dei cacciatori. Raggiunta l'ultima canala di discesa, rientriamo nel bosco grazie ad un divertente ghiaione.

In poco tempo, siamo nuovamente alla deliziosa casera Pian de le Stele, dove decidiamo di fermarci a mangiare un panino e a goderci un pò il silenzio e la solitudine della zona, immersi nella natura, quasi come fossimo in un' altra dimensione.

Raggiunta l'auto, guardiamo il Messer ed il Brutt Pass, pensando alle vie di salita su misto, che a breve speriamo di fare.

La salita non presenta difficoltà tecniche, il panorama è bello, mentre il giro delle creste richiede un pò di attenzione - alcuni punti ghiacciati e in altri la roccia tende a rompersi - ma nel complesso il giro è divertente.

 






ABOUT AUTORE









Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok