Val Uque - Tarvisio

Cima Bella

A seguito di un infinito pomeriggio passato a chiamare guide alpine, alberghi e visionare webcam, sperando nella nevicata del 1° marzo (si e no 20cm), puntiamo il tarvisiano, la guida del posto ci ha garantito 70 cm dai 1200mt circa.

Partenza alle 6 del mattino. Siamo in tre: io, l'ormai friulano d'adozione Pier e l'amico Teseo. Ci aspettano soltanto 142km per gustare un pò di "fresca". Man mano che ci avviciniamo alla meta, lo sconforto in noi cresce: tutto è verde, della neve non c'è traccia fino a Camporosso.

Arrivati al parcheggio, la situazione non è delle migliori; carichiamo gli sci in spalla e partiamo a piedi. Fortunatamente dopo poco possiamo già pellare e iniziare la vera salita supportati inizialmente da 10/15 cm di neve e poi, come aggiriamo le casere, lo scenario cambia...

Tutt'intorno solo neve: ci saranno almeno 50 cm sui primi pendii e via via aumentano fino ad un massimo di 70 sotto alla cima, la quale probabilmente spazzata dal vento risulta "spelacchiata" in alcuni punti.

Mangiamo qualcosa e poi, tolte le pelli, scendiamo tenendoci sulla destra così da poter fare anche la cima adiacente; con la seconda pellata, in breve, risaliamo anche questa per un totale di 1100mt di dislivello.

Due chiacchere con acuni escursioniti, di cui uno, fatalità anch'esso di Vittorio Veneto, una breve panoramica sulle uscite di questi giorni, per capire un pò la situazione neve in Dolomiti/Alpago, e poi giù.

Teseo con lo snowboard, Pier ed io con gli sci; abituato anch'io con lo snow, la discesa si rivela insidiosa, gli sci a volte sembrano incollarsi e fatico non poco a condurre le curve come voglio, l'unico punto che riesco a "gestire", è quello centrale nel bosco, ben spianato dalle varie ripetizioni, sembrava una pista.

L'ultimo tratto, viste le temperature, l'abbiamo fatto schivando l'erba, che copiosa affiorava, arrivando fino a 200mt lineari dall'auto, ancora sugli sci.

Verifica della soletta... salvi, nessuno striscio! Ci cambiamo e andiamo a mangiare in una caratteristica pizzeria di Pontebba a me già nota: c'ero stato in agosto con Nicola dopo aver fatto la Nord della Creta d'Aip.

Quest'anno, di neve, per noi ski-alper, non ce n'è mai stata; forse questa è la prima vera uscita, ma ormai grazie all'innalzamento delle temperature la testa vola già alle pareti, si cominciano ad abbozzare nomi di cime e di vie d'arrampicata che vogliamo fare...






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok