Salute

30 Mar 2021


100 consigli per una vita lunga e sana - in generale

I consigli di Roberto Gava per attivare le difese aspecifiche del nostro organismo

Quali sono, in generale, i consigli utili per migliorare le nostre difese immunitarie aspecifiche e vivere una vita lunga, sana e felice? Dopo aver visto le azioni protettive specifiche nelle diverse età della vita, Roberto Gava ci offre ora una panoramica generale che si rifà ai suoi studi e alla sua lunga esperienza in campo medico con approccio personalizzato e umanizzato (Roberto Gava, “La Medicina che vorrei”, Edizioni Salus Infirmorum, Padova 2020).

  • Scegliere di vivere in un ambiente il meno inquinato possibile e, se questo non è fattibile, cercare almeno un fine settimana al mese ad andare a respirare aria pulita lungo il mare o in montagna (sopra i mille metri).
  • Sapere quando è il caso di aiutarsi con integratori nutrizionali adeguati in base all’età, alla condizione di vita e allo stress del periodo.
  • Conoscere i principali fattori causali o scatenanti delle malattie per sapere dove e come intervenire.
  • Chiedersi il perché di ogni sintomo che il nostro corpo esprime, perché lui è più saggio di noi e sa sempre quello che fa, perché risponde a leggi biologiche eterne.
  • Chiedersi il perché di ogni nostro pensiero involontario, di ogni nostra reazione involontaria o istintiva: questa è la strada per giungere alla vera conoscenza di sé e poi al dominio di sé.
  • Rispettare il proprio corpo, i suoi ritmi e le sue leggi.
  • Ricordare che il nostro corpo risponde anche a leggi biologiche istintive, valide per tutti gli animali.
  • Ricordare però che non siamo solo corpo animale, ma abbiamo una psiche con le sue regole, le sue esigenze e le sue necessità.
  • Ricordare infine che siamo anche spirito e che questo è più importante sia della psiche, sia del corpo e che non morirà con questi.
  • Capire che la vita è una scuola dove possiamo anche fare esperienze negative e prendere qualche brutto voto, ma alla fine ogni male può essere cambiato in bene e dipende da noi impegnarci per crescere e diventare migliori.
  • Combattere per far rispettare i propri diritti legittimi e combattere allo stesso modo per far rispettare anche quelli degli altri.
  • Ricordare che abbiamo dei doveri naturali, personali, familiari, sociali ed esistenziali … e se non li rispettiamo danneggiamo prima di tutto noi stessi.
  • Ricordare che l’essere vale più dell’avere e che il dare è il solo modo per avere in abbondanza e più di quello che desideravamo.
  • Trattare gli altri come vorremmo essere trattati noi stessi e amare la verità allo stesso modo in cui amiamo la libertà.
  • Organizzarsi per tempo in modo da non fare le cose con fretta: la persona equilibrata è padrona del suo tempo; la persona saggia sa controllare il mondo perché sa controllare se stessa.
  • L’ansia è la porta di ingresso di tanti disturbi; chi vive nell’ansia, vive nella tensione continua e questa, piano piano, squilibra tutta la persona.
  • Non avere mai paura: c’è sempre un senso a tutto e molte volte ciò che appariva male ad una prima valutazione, si scopre che è stato invece un grande guadagno.
  • La paura crea stress e lo stress crea sempre patologia, cioè un problema nuovo che si aggiungerà a quello precedente che ha causato la paura.
  • Controlla tutto ciò che puoi ragionevolmente controllare e poi affidati: al resto penserà la Provvidenza.
  • Non dimentichiamo mai una massima di Giovenale che varrà sempre per tutti: “Mens sana in corpore sano”. Però non dimentichiamo neppure che Giovenale diceva che il dono della salute psico-fisica va chiesto a Dio attraverso la preghiera quotidiana: “Orandum est ut sit mens sana in corpore sano”.

«Ci sono mille altri consigli e precauzioni utili da conoscere e applicare nella propria vita – afferma Roberto Gava – ma questi sono sicuramente quelli che reputo più importanti e quelli che coinvolgono maggiormente la nostra quotidianità. È di enorme importanza insegnarli, ma nessun figlio li imparerà se non li vede vivere prima di tutto dai genitori, come nessun allievo li apprezzerà se non li vedrà vivere prima di tutto dal suo insegnante. L’esempio vale più di mille parole. In ogni caso, crescendo e vivendo in questo modo con la giusta perseveranza temporale, è certo che, con ovvia gradualità, non solo si attiveranno e potenzieranno le difese aspecifiche dell’organismo, ma si ridurrà notevolmente il rischio di ammalarsi di una qualche patologia cronica degenerativa, come quelle metaboliche, cardiovascolari, neurologiche e oncologiche, allungando la durata e migliorando la qualità della nostra vita».

UN ULTIMO CONSIGLIO PREZIOSO

Poiché viviamo in un mondo malato a livello ambientale, sociale, troppo spesso anche a livello lavorativo e in qualche caso pure a livello familiare, «non sempre riusciamo a modificare e migliorare il nostro mondo globale, allora dobbiamo fare il possibile per modificare e migliorare il nostro mondo personale». Per questo Roberto Gava ci dà un ultimo prezioso suggerimento per riuscire a vivere nella nostra quotidianità tutti i suddetti consigli:

  • Seleziona quella parte dei consigli che riguardano la tua fase di età e aggiungi i “consigli generali” che valgono sempre per tutti.
  • Cancella i consigli che già stai seguendo e l’elenco che resta stampalo su un foglio.
  • Attacca quel foglio in modo da averlo ben visibile tutti i giorni.
  • Traccia un segno accanto a 2-3 consigli di quell’elenco scegliendo quelli più facilmente fattibili in questo periodo della tua vita.
  • Impegnati a viverli ogni giorno nella tua quotidianità ordinaria e straordinaria.
  • Dopo un mese, ricontrolla l’elenco e cancella quei consigli che hai già imparato a vivere.
  • Seleziona altri 2-3 consigli del tuo elenco personalizzato e ripeti le fasi precedenti.

«Nell’arco di un anno – assicura Gava – la tua esistenza sarà rinnovata e tu ne guadagnerai in anni e in qualità di vita. Ti accorgerai poi con grande stupore che cambiando te stesso, di riflesso si rinnoverà anche il tuo mondo. Provare per credere!»

---

Roberto Gava si è laureato in Medicina all’Università di Padova, si è specializzato in Cardiologia, Farmacologia Clinica e Tossicologia Medica, per poi perfezionarsi in Agopuntura Cinese, Omeopatia Classica e Bioetica. Dopo aver lavorato per quindici anni in ambiente universitario, aver scritto due libri di Farmacologia e più di cento pubblicazioni scientifiche, essendosi convinto che il compito di un clinico è quello di scegliere di volta in volta la tecnica terapeutica più appropriata per il suo paziente in modo da poter personalizzare qualsiasi trattamento, sia preventivo che curativo, da quasi trent’anni studia sistematicamente la letteratura scientifica per accrescere le proprie conoscenze scientifiche e per poterle utilizzare nella pratica clinica quotidiana e nei suoi interventi divulgativi. È inoltre convinto che la vera Medicina non sia tale se non può essere Personalizzata e Umanizzata e pensa che questo lo si ottenga solo con una Medicina Integrata dove i saperi moderni e antichi si fondono insieme






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok