Salute

30 Lug 2019


Conosci la carne che mangi?

Sai cos’è la carne grass fed e quali sono le sue caratteristiche nutrizionali?

La carne grass fed sta diventando molto di moda tra gli americani, grandi mangiatori di carne di bovino. Questa volta, e finalmente, questa loro “moda” alimentare ha qualcosa di buono e non sarebbe male replicarla in Italia.

La carne grass fed è una carne ottenuta con un sistema di allevamento in cui i bovini restano al pascolo per l’intero ciclo di vita, dalla nascita alla macellazione. Questa tecnica di allevamento era usata fino agli anni 40’ dello scorso secolo. In sostanza si praticava prevalentemente la transumanza ossia la migrazione stagionale delle mandrie e dei pastori che si spostano in pascoli situati in zone diverse a seconda della stagione, con predilezione dei pascoli collinari o montani nella stagione estiva e di quelli delle pianure nella stagione invernale.

Successivamente, dagli anni ‘50 in poi, l’alimentazione dei bovini si è spostata verso l’uso dei mangimi allo scopo di velocizzare la crescita e migliorare la marezzatura della carne.

Ecco che nasce la carne grain fed ottenuta appunto dagli animali nutriti con cereali e mangimi.

La scelta della carne grass fed si è diffusa grazie a Michael Pollan che nel libro “Il dilemma dell’onnivoro” non usa mezzi termini e dice: “I bovini non sono nati per ingoiare cereali in una stalla, ma per brucare vegetali allo stato brado: rispettare questa inclinazione mi sembra doveroso”.

Facciamo un excursus sulle differenze tra carne grass fed e carne grain fed.

Nella carne grass fed, la caratteristica che più varia rispetto alla grain fed, riguarda la maggiore qualità e il profilo degli acidi grassi.

Un’altra differenza si può riscontrare nella quantità di acidi grassi essenziali; in sostanza nella carne grass fed c’è una maggior quantità di Omega 3, migliorando così il rapporto Omega 6/Omega 3, parametro importante per gli effetti benefici sulla nostra salute.

Tra le altre caratteristiche di questo tipo di carne che apportano benefici alla nostra salute la presenza di un maggiore quantitativo di Acido Linoleico Coniugato (CLA), acido grasso considerato positivo nella riduzione dell’obesità, del diabete, delle patologie aterosclerotiche, etc.

Queste carni si caratterizzano anche per un maggior quantitativo di vitamina E e il beta carotene (addirittura circa 7 volte maggiore della carne grain fed) ambedue potenti antiossidanti. Nella carne grass fed è presente anche il glutatione, un potente antiossidante epatico, capace di proteggere il fegato e le cellule dai radicali liberi.

Se proprio vogliamo valutare anche altro, allora non possiamo non considerare che la carne grass fed ha anche un impatto positivo sull’ambiente che ha a che fare proprio con la modalità di allevamento.

Pertanto il consiglio che diamo ai consumatori è quello di scegliere sempre alimenti con materie prime di buona qualità, di accertata provenienza, che siano allevati e/o coltivati con modalità ecosostenibili e rispettose dei cicli della natura. Guardare le etichette è il primo passo verso uno stile di vita consapevole.

 

dott. Kevin Zamai,
biologo nutrizionista -
collaboratore Nutrigenimed





ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok