Salute

05 Mag 2020


Inquinamento: che futuro avranno i nostri figli?

Agire sulla prevenzione, promuovendo stili di vita corretti, deve essere un imperativo per medici e operatori sanitari.

L'ambiente inquinato nel quale viviamo è una minaccia per tutti, ma in particolare per i bambini, perché l’adulto ha iniziato ad essere squilibrato quando era già strutturato, mentre un bambino viene squilibrato prima ancora di nascere.

Nell’attesa che qualcosa cambi a livello sociale, ognuno di noi deve fare qualcosa subito, sia per migliorare la sua condizione personale, sia per contribuire a modificare la situazione sociale, perché, se vogliamo aiutare concretamente i nostri figli dobbiamo iniziare a cambiare noi stessi, dato che la salute degli uomini futuri inizia prima del loro concepimento, si plasma durante la gravidanza e si perfeziona durante la prima infanzia, ma poi è legata all’esempio che i genitori daranno e alle condizioni dell’ambiente in cui vivranno.

Lo stile di vita che alla lunga sembra essere più incisivo è relativamente semplice da attuare ed è anche quello che più riduce il rischio di patologie in generale:

  1. un’alimentazione moderata, equilibrata nei suoi nutrienti, prevalentemente vegetale, non troppo abbondante e non troppo industrializzata;
  2. un adeguato introito giornaliero di acqua (1,5-2 litri nell’adulto);
  3. un po’ di attività fisica, quasi quotidiana (almeno 30 minuti);
  4. un sonno ristoratore (minimo 7 ore al giorno);
  5. la maggior distanza possibile dai campi elettromagnetici;
  6. la minor assunzione possibile di farmaci;
  7. uno spazio quotidiano o settimanale per uno svago piacevole e rilassante, possibilmente lontano da ambienti inquinati;
  8. un animo sereno, mite e ragionevolmente ottimistico, capace di affrontare gli inevitabili problemi della vita non come ulteriore fonte di stress, ma come un’occasione di crescita personale.

Ecco allora che agire sulla prevenzione, promuovendo stili di vita corretti, deve essere, oltre che un impegno e una responsabilità personali, un imperativo per medici e operatori sanitari. Ne parla nell’ultimo podcast della rassegna “La Medicina che Vorrei” il dott. Roberto Gava.

Puoi ascoltare la puntata su Spotify, su Apple Podcasts o su Google Podcasts.

 

Testo tratto dall'articolo del dott. Roberto Gava: "Allarme inquinamento: che futuro avranno i nostri figli?"






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok