Salute

20 Dic 2016


"LA MADRE TERRA" CONSIGLIA: iL MAGNESIO

Il magnesio: l'antistress per eccellenza

Il magnesio è un nutriente essenziale, indispensabile per ogni importante processo biochimico, come la digestione, la produzione di energia, il metabolismo di proteine e grassi, dà forza alle ossa e ai muscoli, ed è importante anche per il battito cardiaco ed il sistema nervoso. Regola, inoltre, l'entrata e l'utilizzo del calcio nelle cellule: senza il magnesio, quest'ultimo resterebbe inutilizzato, creando effetti negativi sulle giunture articolari, calcoli renali o, in casi più estremi, calcificazioni di organi e parti del corpo.

Proprio per questo non bisogna mai assumere il calcio senza il magnesio e l'assunzione deve avvenire nelle stesse proporzioni. Il magnesio, invece, può essere assunto anche senza il calcio: in questo caso aiuterà a sentirsi più giovani, energici e forti.

La cosa importante è assumerlo nelle giuste quantità e, soprattutto, evitare i fattori che potrebbero esaurirlo, quali lo stress mentale, la caffeina, una dieta ricca di sodio o di carboidrati, i farmaci, il tabacco, forti sudorazioni, il diabete, il colesterolo e i trigliceridi alti.

La mancanza di magnesio nel nostro organismo provoca molti disturbi, come l'insonnia, un affaticamento nel risveglio, fastidi al collo, schiena, alle giunture, alla testa, debolezza, difficoltà cardiache, stress crescente, ansia, nervosismo, crampi, asma, invecchiamento precoce, sobbalzi a suoni improvvisi etc.

Per essere in buona salute abbiamo bisogno di questo minerale, il quale è necessario anche per una corretta assimilazione del calcio e del potassio, oltre che per un buon funzionamento degli enzimi. Senza il magnesio il nosto organismo funzionerà ad un livello basso rispetto alle sue condizioni ottimali.

Quando inizia a mancare, il nostro corpo manda dei segnali, prima una lieve depressione e un leggero senso di stanchezza, poi emicranie, dolori alla schiena e ai muscoli, disturbi del sonno. Ma, spesso, questi segnali vengono ignorati o sottovalutati. Allora cominciano crampi muscolari, depositi di calcio (invecchiamento precoce, osteoporosi), aritmia, pressione alta (ipertensione) e si diventa nervosi con sbalzi di umore.

Talora può succedere che, pur assumendo magnesio, i sintomi della sua mancanza persistano. Questo succede perché la maggior parte delle persone assume magnesio nella forma o nelle proporzioni sbagliate e perché lo stress determinato dal nostro stile di vita consuma molto velocemente le riserve di magnesio.

È stato osservato che la formula migliore per assimilare il magnesio sia quella in polvere: dà risultati migliori e più velocemente rispetto alle capsule o alle pastiglie. Inoltre se l'acqua in cui viene sciolto è calda, il suo assorbimento sarà ancora più facile. Le dosi consigliate, sono da 1 a 2 cucchiai di magnesio in polvere al giorno sciolti in acqua. Se assumiamo magnesio in eccesso, non succederà nulla, il nostro corpo utilizzerà la quantità di cui necessita e il restante lo eliminerà.

Curiosità: Il nome "magnesio", ha origine dalla parola greca che indica una prefettura della Tessaglia chiamata Magnesia. Il termine magnesia veniva in passato attribuito dagli alchimisti a numerose sostanze, chimicamente diverse ma simili per consistenza e colore, estratte nel territorio della città. Nel 1755, in Inghilterra, Joseph Black riconobbe il magnesio come elemento. Nel 1808, Sir Humphrey Davy lo isolò elettroliticamente da una miscela di magnesia e ossido di mercurio. Antoine Bussy lo preparò in forma coerente nel 1831. Il magnesio si trova in grossi giacimenti di magnesite, dolomite, e altri minerali, ma anche in numerosi alimenti, specialmente in legumi, cereali integrali, frutta secca e in tutti i vegetali verdi.

Rubrica La Madre Terra, di Maurizio Trentin.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok