Salute

20 Nov 2018


LA "MADRE TERRA" CONSIGLIA: LA BARDANA

La bardana è una pianta erbacea biennale, appartenente alla famiglia delle Asteracee. La parte utilizzata è la radice, che contiene inulina, olio essenziale, resina, mucillagini, vitamine e minerali. La radice della bardana agisce a livello cutaneo grazie all'attività antisettica e antibatterica. Inoltre stimola la produzione di bile e rappresenta un depurativo in caso di ritenzione idrica. Viene utilizzata anche per il controllo della cellulite, proprio perchè stimola il flusso urinario e la traspirazione cutanea. L'inulina presente nelle radici svolge effetti benedici a livello epatico, sulla milza e sul pancreas, stimolando il metabolismo.

ATTIVITÀ E BENEFICI

  • Azione diuretica e depurativa: la bardana ha un forte effetto detossificante e depurativo sia a livello sanguigno che epatico, grazie alla presenza di principi amari e di inulina. I principi amari agiscono sul fegato svolgendo un’importante azione coleretica e colagoga. La presenza di mucillaggini favorisce, invece, la depurazione intestinale.                                                                            
  • Azione antiseborroica: usata internamente, la bardana è attiva nel trattamento dell’acne per la sua azione depurativa e antibiotica. Questa attività è da attribuire alla presenza di arctiopicrina. La bardana è particolarmente utile in caso di eruzioni cutanee, psoriasi e foruncolosi.
  • Azione ipoglicemizzante: la sua capacità di ridurre la glicemia, rende questa pianta utile anche per i diabetici.
  • Azione antifungina e antibatterica: la bardana è indicata anche per le affezioni dell’apparato urinario, dove esplica la sua funzione antibatterica. Viene utilizzata anche nel trattamento della tricofizia e di alcune infezioni fungine. L’alto contenuto di inulina e di mucillagini favorisce nel colon la crescita del Bifidobacterium, coadiuvante nella difesa antimicotica.
  • Azione antitumorale: recenti studi hanno permesso di isolare i principi attivi responsabili dell'azione antimutagena e antitumorale come la benzaldeide. L’inulina è un potente modulatore del sistema immunitario che, legandosi ai globuli bianchi, ne migliora l’efficienza.
  • Azione antivirale: l’arctigenina, è un altro importante componente della bardana, che interferisce con l’integrazione del virus dell’HIV.

Curiosità: la bardana cresce in modo spontaneo in tutta Italia, dalla pianura fino a 1800 m di altitudine. Non si trova in Sicilia, dove viene considerata una pianata rara. Il fiore della pianta è particolare. Esso è formato da una sorta di aculei che hanno la proprietà di attaccarsi molto facilmente al pelo degli animali e ai vestiti. È sconsigliata alle donne gravide e in allattamento.

Rubrica La Madre Terra di Maurizio Trentin.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok