Salute

22 Ott 2020


L'Abbraccio

Per dare e trovare sostegno, disponibilità all'ascolto, speranza...

L’abbraccio ha il potere di rafforzare la relazione con l’altra persona. È un gesto intimo, caloroso, affettuoso che ci permette di crescere a livello interiore, di donare all’altro la nostra presenza e attenzione, il nostro conforto, le nostre emozioni.
Negli abbracci sono nascoste le parole più belle del mondo: “Ti voglio bene, tu sei importante per me, io sono qui, non ti preoccupare, ce la puoi fare, tutto passa, ti posso aiutare… se vuoi”.

L’associazione di promozione sociale L’Abbraccio nasce proprio per dare sostegno, disponibilità all’ascolto e speranza attraverso la condivisione di esperienze familiari di disagio e di malattia.

L’associazione è stata fondata da un gruppo di genitori di persone con disturbi del comportamento alimentare (anoressia, bulimia nervosa, binge eating, disorder), promuovendo l’aiuto mutualistico, la prima informazione e la sensibilizzazione sulle problematiche del disturbo che investe in varia misura tutto il sistema familiare.

L’associazione si rivolge a genitori e familiari che si trovano a dover affrontare queste problematiche con i propri figli e i propri cari, prima, durante e dopo il trattamento sanitario di riabilitazione. L’obiettivo è quello di riconoscere il disagio e trasformarlo in una risorsa personale per arrivare al superamento del problema e sviluppare un pensiero critico, libero da condizionamenti esterni, di costume o sociali. L’associazione promuove anche incontri di informazione nelle scuole e di sensibilizzazione alla cittadinanza a scopo preventivo, per divulgare corrette conoscenze scientifiche e combattere i pregiudizi legati ai disturbi del comportamento alimentare, generando consapevolezza e corretti comportamenti nelle famiglie e soprattutto tra i giovani.

L'Abbraccio diventa un anello della rete tra il Servizio Sanitario e il cittadino, divulgando e fornendo informazioni relative alla malattia e alle sue cure, facilitando l’accesso ai servizi sanitari preposti. Per fare questo l’associazione offre incontri gratuiti di Muto Aiuto con il supporto di uno psicologo specialistico che facilita il dialogo e il confronto tra i partecipanti, sempre nel pieno rispetto della persona e nella massima riservatezza.  

La partecipazione al gruppo di Mutuo Aiuto in questo periodo deve essere anticipata da un breve colloquio telefonico o da un incontro personale con le volontarie dell’associazione.

Gli incontri si tengono presso la Casa delle Associazioni di Pieve di Soligo (TV).

Per maggiori informazioni e contatti:
tel. 349-6557332 (Ileana) / 348-3744106 (Roberta)
e-mail: abbraccio.dcatv@gmail.org





ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok