Salute

08 Gen 2019


Le gallette di riso sono veramente sane?

Oggi forniremo alcune informazioni sulle gallette di riso per spiegare come consumarle nel giusto modo, evitando di ingrassare!

Perché le gallette di riso sono così di moda?

Prima di tutto sono fatte di solo riso e un po’ di sale e sono una delle alternative più amate dai consumatori per evitare di mangiare quei prodotti che possono contenere grassi. Inoltre non contengono glutine e lievito, quindi possono essere consumate anche dai celiaci (attenzione però: alcune di queste vengono prodotte con riso glutinoso, quindi è sempre necessario leggere accuratamente l'etichetta dei singoli prodotti al momento dell'acquistoTratto da https://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/gallette-di-riso-nutrizione.html9))).

Tuttavia, contrariamente a quanto si tende a pensare, le gallette non sono un alimento che non dà problematiche, per cui devono essere consumate nel modo corretto.

Una loro caratteristica è quella di avere un indice glicemico molto alto, quindi non sono proprio un alimento adatto a chi deve controllare la glicemia, a chi è in sovrappeso o per chi soffre di ipertrigliceridemia. Le gallette di riso non sono esattamente il prototipo di alimento dietetico, forniscono circa 35kcal per unità (10g) quindi poco meno di 400kcal per 100g. Una singola fetta di pane (da 25-30g) apporta circa 75-90kcal. Facendo un paragone, la fetta di pane fornisce il doppio dell'energia, ma ha un peso totale 2,5/3 volte superiore, in altre parole la fetta di pane ha il doppio delle calorie ma vanta un potere saziante tre volte superiore.
Tratto da https://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/gallette-di-riso-nutrizione.html

Tratto da https://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/gallette-di-riso-nutrizione.html

Tratto da https://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/gallette-di-riso-nutrizione.html

Se consumi spesso le gallette, consumale biologiche, perché sono create con prodotti di prima qualità e solitamente non vengono aggiunti conservanti e coloranti, inoltre la produzione inizia da chicchi interi. Le gallette integrali hanno un indice glicemico più basso. Cercate sempre di abbinare le gallette a verdura o a proteine, oppure in un pasto completo al posto del pane abbinate alla fibra, perché questa riduce l'indice glicemico, evitando così di avere un’immissione veloce di zuccheri nel sangue.

Come vengono lavorate le gallette?

Le gallette hanno quel sapore e quella consistenza che spesso fa pensare al polistirolo. La tecnica per farle è proprio la stessa di quest'ultimo, cambia solo la materia prima. Questo metodo si chiama estrusione: i chicchi di riso vengono sottoposti ad un'alta temperatura intorno ai 200°, questo passaggio è molto veloce e i chicchi vengono pressati attraverso dei forellini che conferiscono quella forma di cereale gonfiato. Anche i cornflakes e i pop corn vengono prodotti con lo stesso procedimento. Questa lavorazione, però, a causa delle alte temperature, denatura le proteine e il chicco di riso perde le sostanze nutritive lasciando i carboidrati.

Ultimamente si è sentito parlare di contaminazione da arsenico. Effettivamente le gallette di riso, come tutti i prodotti derivati dal riso, contengono arsenico inorganico, metallo tossico per la nostra salute, proprio perché genera mutazioni a livello del DNA, anche assunto in piccole dosi. Questo elemento, presente nella crosta terrestre, viene rilasciato dalle eruzioni vulcaniche, si diffonde nel suolo, nell'aria e nell'acqua, diventando ingrediente dei prodotti provenienti dalla terra che portiamo sulle nostre tavole. Il riso, proprio per il modo in cui viene coltivato, assorbe maggiormente questa sostanza. Infatti viene consigliato di variare l'alimentazione, specialmente quella dei bambini.

 


 

 






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok