L’importante è comunicare

A Oderzo, grazie a una generosa donazione del Lions Club, La Nostra Famiglia si doterà di nuove attrezzature atte a favorire la comunicazione, quindi l'autonomia, di persone con disabilità.

Il Lions Club di Oderzo si è dato appuntamento venerdì 22 aprile presso la locale sede dell’Associazione La Nostra Famiglia per consegnare il contributo che permette l’acquisto di nuove attrezzature per la comunicazione.

Il Presidio di Riabilitazione opitergino potrà così dotarsi di nuovi dispositivi per costruire un sistema di comunicazione flessibile tale da favorire negli utenti l’autonomia all’interno della struttura e successivamente nei contesti di vita. Questo è stato reso possibile alla generosità dei soci Lions di Oderzo sotto la presidenza del dott. Paolo Pavan. L’amore e attenzione per chi è nel bisogno non è una novità per il sodalizio opitergino, tante sono le iniziative che lo hanno visto protagonista di azioni solidali, questa volta hanno risposto alla richiesta dell’Associazione per l’acquisto di un comunicatore dinamico e specifici materiali per ottimizzare le strategie visive in presenza di deficit della comunicazione.

Il centro di Oderzo segue una vasta gamma di patologie dell’età evolutiva, anche di bambini particolarmente fragili, affetti da malattie rare con associato coinvolgimento neurologico, bambini autistici, bambini sindromici, quadri malformativi cerebrali associati ad epilessia, pazienti oncologici, esiti di grave prematurità. Spesso questi bambini presentano difficoltà gravi nella comunicazione verbale tanto da non avere la possibilità di contatto comunicativo con le persone.  Mancando loro la parola, inoltre, non hanno la possibilità di agire sull’ambiente che li circonda e che riescono a comprendere con difficoltà. Ogni giorno sono circa 200 le presenze nella struttura che usufruiscono dei servizi riabilitativi seguiti da personale qualificato. Per l’Associazione La Nostra Famiglia ha portato i saluti il dott. Andrea De Vido, direttore generale del Vento che ha ringraziato per il prezioso contributo e ha ribadito l’importanza della collaborazione con le realtà del territorio mentre la dott.ssa Lara Redigolo, logopedista della struttura ha illustrato le caratteristiche tecniche della nuova attrezzatura e quanto questa faciliti la comunicazione aumentativa alternativa. Per il Lions erano presenti, oltre al presidente, diversi soci del sodalizio opitergino, il dott. Paolo Pavan ha messo in evidenza la costante attenzione verso le situazioni di fragilità, è un dovere intervenire e collaborare affinchè sia fatto tutto il possibile per garantire una piena integrazione ad ogni persona.

È un sentimento di gratitudine quello che si prova davanti a persone così attente agli altri e che hanno a cuore il bene della comunità.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok