Salute

25 Set 2018


Obesità infantile: strategie nutrizionali e comportamentali

In questo articolo lo studio NUTRIGENIMED vuole presentare la dott.ssa Valentina Martinuzzo, Biologa Nutrizionista, collaboratrice dello studio NUTRIGENIMED.
Le vacanze estive sono ormai giunte al termine e per molti bambini è tempo di ritornare tra i banchi di scuola. Per affrontare al meglio questo nuovo anno scolastico è fondamentale partire da una corretta alimentazione e seguire uno stile di vita sano ed equilibrato. Questo risulta importante soprattutto perché oggi l’obesità infantile ha raggiunto ormai livelli allarmanti, infatti, secondo l’OMS, tra i Paesi occidentali, è l’Italia ad avere uno dei più alti tassi di obesità infantile, pari al 35,7% di bambini tra i 6 e i 10 anni, risultando seconda solo agli Stati Uniti.
È ormai noto che i bambini sovrappeso diventano spesso adulti obesi, incorrendo nel rischio di sviluppare diverse malattie cronico-degenerative e metaboliche. Infatti, il 28% dei bambini obesi presenta la sindrome metabolica cioè una condizione caratterizzata dalla compresenza di diverse complicanze patologiche, come l’ipertensione, elevati livelli ematici di trigliceridi, bassi valori ematici di colesterolo HDL (buono), insulino -resistenza, ridotta tolleranza glucidica o diabete di tipo 2, accumulo di grasso a livello del fegato (steatosi epatica), asma, problemi ortopedici e disturbi psicologici.
Alcuni studi effettuati sulle abitudini alimentari di bambini in sovrappeso hanno evidenziato che le cause principali di questa condizione sono dovute principalmente a una “cattiva alimentazione”, caratterizzata da eccessi di proteine e grassi, soprattutto di origine animale (carne, affettati, formaggi) e di prodotti raffinati, merende troppo ricche, colazione spesso assente e carenza di pesce, di frutta, verdura e legumi; A questo si aggiunge poi un’eccessiva sedentarietà che contribuisce ad aggravare la situazione.
Dunque, risulta fondamentale indirizzare il bambino il più precocemente possibile verso corrette abitudini alimentari e stimolarlo al maggior consumo energetico possibile, sia attraverso la pratica di uno sport da condividere insieme agli amici, sia attraverso il movimento spontaneo, incoraggiandolo, ad esempio, a fare le scale a piedi piuttosto che prendere l’ascensore, a fare passeggiate al parco, evitando di impiegare il tempo libero davanti allo schermo della televisione, del computer o altro.
In questo ovviamente è fondamentale il ruolo dei genitori, che dovranno dare il buon esempio, cercando di mettere in pratica insieme ai loro figli queste semplici 10 regole:
 

1. INIZIARE LA GIORNATA CON UNA BUONA COLAZIONE: la colazione fornisce al corpo (e soprattutto al cervello) sostanze nutritive essenziali per iniziare adeguatamente la giornata e attivare il metabolismo. I bambini che fanno colazione hanno, infatti, un rendimento scolastico migliore oltre al fatto che tale buona abitudine è associata a minor rischio di sovrappeso/obesità. Per esempio, una buona combinazione per la prima colazione può essere rappresentata da prodotti a base di cereali, meglio se integrali, accompagnati da latte o yogurt e da frutta fresca; oppure da latte, con una spolverata di cacao in polvere, biscotti, preferibilmente integrali, e un frutto; oppure anche un panino integrale con la marmellata e uno yogurt;

2. FARE GLI SPUNTINI DEL MATTINO E DEL POMERIGGIO, preferibilmente a base di frutta; questo permetterà di mantenere più costante la glicemia durante la giornata e non arrivare troppo affamati al pasto successivo;

3. RIDURRE IL CONSUMO DI MERENDINE E BEVANDE ZUCCHERATE: sono alimenti ad alta densità calorica, ma di fatto non apportano nessun nutriente essenziale; troppo zuccherati e troppo pieni grassi saturi e trans (margarine) che possono predisporre il bambino al rischio di sviluppo di diabete e malattie cardiovascolari;

4. NON ABUFFARSI AI PASTI PRINCIPALI: cercare di offrire al bambino un piatto sano ed equilibrato, caratterizzato principalmente da cereali integrali, proteine salutari (es. pesce, legumi e carni bianche) e da una bella porzione di verdure, che contribuiscono al senso di sazietà fornendo poche calorie;

5. MASTICARE BENE E LENTAMENTE: è importante incoraggiare il bambino a mangiare lentamente, masticando bene; in quanto mangiando il bambino assume inconsapevolmente più calorie perché mangia quantitativamente di più;

6. MANGIARE PIÙ FRUTTA E VERDURA, VARIANDONE TUTTI I GIORNI IL COLORE: la frutta e la verdura di vario colore, oltre a rendere il piatto più colorato, fornisce vitamine, minerali e fitonutrienti, importanti in quanto aiutano a rafforzare le difese immunitarie e a ridurre il rischio di sviluppare neoplasie e malattie cardiache. È importante che i genitori diano sempre il buon esempio, infatti, se i genitori mangiano molta frutta e verdura, anche i bambini, per imitazione, lo faranno.

7. RIDURRE LA CARNE ROSSA, GLI AFFETTATI E I FORMAGGI: sono alimenti ricchi di grassi saturi che se assunti in eccesso favoriscono sia l’aumento di peso, ma soprattutto contribuiscono a peggiorare il profilo lipidico (grassi nel sangue) del bambino. È preferibile quindi limitare il consumo di carne rossa e affettati a massimo 1 porzione a settimana, mentre a 2 porzioni settimanali di formaggi freschi o stagionati;

8. VARIARE IL PIÙ POSSIBILE GLI ALIMENTI NELL’ARCO DELLA SETTIMANA: la varietà è il fattore essenziale; proporre al bambino scelte diverse durante la settimana permette di coprire al meglio tutti i suoi fabbisogni nutritivi oltre ad abituarlo a sapori via via diversi;

9. BERE TANTA ACQUA: il bambino in età scolare dovrebbe bere almeno 1,5 L di acqua oligominerale al giorno; l’acqua è importantissima sia per prevenire la disidratazione, sia per coprire il fabbisogno di sali minerali del bambino;

10. PRATICARE UNO SPORT PASSANDO MENO ORE SEDUTI DAVANTI ALLA TV, PC etc: cercare di incoraggiare il bambino a praticare un’attività fisica che lo impegni in maniera divertente in quanto i bambini attivi, rispetto ai bambini sedentari, hanno livelli inferiori di grasso corporeo, ossa più forti e una migliore condizione cardiovascolare.






ABOUT AUTORE

dott.ssa Mary Nicastro

Sono Mary Nicastro e sono una BIOLOGA NUTRIZIONISTA.

Ho conseguito la Laurea triennale in Scienze e Tecnologie Alimentari presso l’Università degli Studi di Catania effettuando una tesi in IGIENE DEGLI ALIMENTI e la laurea magistrale in Scienze della Nutrizione Umana presso l’Università degli Studi di Milano effettuando una tesi sperimentale in NUTRIZIONE

Ho partecipato, in team, ad un progetto Europeo per L’innovazione Scientifica in campo alimentare indetto da FederAlimentari;

Nel 2009 ho collaborato con l’Università degli studi di Milano, come consulente, per un progetto CE Truefood

Ho sostenuto e superato l’ Esame di abilitazione in Biologia e mi sono iscritta all’Albo dell’ Ordine Nazionale dei Biologi Sez A n. AA_067269 che conferisce il titolo giuridico a svolgere la professione di Nutrizionista.

Sono iscritta all’Albo D’Oro dei Biologi Nutrizionisti.

Collaboro con l’ordine dei Biologi, come Biodefensor, contro l’abusivismo della professione di Biologo

Effettuo consulenze per stilare protocolli dietetici individualizzati per adulti, bambini, soggetti intolleranti e allergici, donne in gravidanza e in allattamento, soggetti con patologie cronico-degenerative di vario tipo, sportivi, nonché per soggetti affetti da DCA (disturbo del comportamento alimentare) che non necessitano di ricovero in struttura.

L’approccio utilizzato prevede la combinazione dello stile alimentare dettato dalla DIETA MEDITERRANEA in combinazione con la NUTRIGENETICA.

Organizzo:

  • Corsi di Cucina Consapevole,
  • Corsi per la menopausa
  • Corsi sullo svezzamento naturale,
  • progetti e incontri con le Scuole sia di rieducazione alimentare che per la prevenzione dei disturbi alimentari,
  • incontri informativi e divulgativi gratuiti

Collaboro con svariati professionisti del settore socio-sanitario per avere un approccio a 360 gradi sulla persona.





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok