Salute

28 Giu 2022


Rimedi naturali contro l'alito pesante

Dall'esperienza di Marie Treben, specialista nel campo delle erbe officinali.

Si considera un disturbo banale, in realtà l'alitosi può essere una spia importante di altri disturbi. Di solito si affronta con caramelle rinfrescanti, ma è bene trovare una soluzione più mirata, anziché tamponare il problema.

Anzitutto dobbiamo distinguere tra alitosi temporanea e alitosi permanente. A tutti sarà capitato di svegliarsi la mattino con l’alito pesante. Questa alitosi è temporanea, non persiste durante la giornata, ed è dovuta a quel che abbiamo mangiato e alla digestione che avviene durante il sonno. L’alitosi che persiste nell’arco della giornata, invece, è quella che più provoca disagio anche nelle relazioni interpersonali, ed è bene individuarne le cause, che possono essere diverse: denti non curati, ulcere nella cavità orale, tonsilliti, secrezioni delle mucose nasali, ma anche disturbi allo stomaco con insufficienza gastrica o stitichezza. 

Marie Treben, esperta di erbe medicinali, nel suo manuale “La Salute dalla Farmacia del Signore”, dà alcuni consigli che possono essere applicati fin da subito per contrastare questo disturbo.

Contro l’alito cattivo – scrive la studiosa austriaca – spesso servono alcune gocce di olio di Ginepro diluite in un bicchiere d’acqua calda da bere a piccoli sorsi. Anche la masticazione di semi di Aneto può aiutare. Se l’alito cattivo è provocato da disturbi della cavità orale, giovano ripetuti gargarismi con 30-40 gocce di tintura di Mirra diluite con acqua calda oppure gargarismi con Aparine, un’erba estremamente comune negli ambienti ruderali, cresce attorno alle fattorie, lungo le strade di campagna, nei fossati ai bordi dei campi coltivati, ed ha un grande potere curativo.

La Tebrien suggerisce ancora la Salvia, una delle erbe più apprezzate in cucina per impreziosire ed aromatizzare diversi piatti, ma che rivela anche un portentoso rimedio naturale per il benessere dell’organismo. La tisana o infuso di Salvia è impiegata, in particolare, per le affezioni dello stomaco, come gastrite e reflusso gastro-esofageo, per le sue proprietà digestive, antisettiche, antinfiammatorie e diuretiche. Può essere molto utile, dunque, per contrastare le tonsilliti o i disturbi dello stomaco, possibili cause di alito cattivo. La preparazione dell’infuso è molto semplice e veloce: portare l’acqua ad ebollizione in un pentolino, spegnere la fiamma, aggiungere 2-3g di salvia essiccata (se fresca raddoppiare le dosi: 5-6g) e lasciare in infusione per 10 minuti, coprendo il pentolino con un coperchio; terminata l’infusione, filtrare la tisana versandola in una tazza (dolcificare, se si gradisce, con un cucchiaino di miele).

Lo stesso infuso, ancora caldo, può essere utilizzato per degli sciacqui contro le secrezioni delle mucose nasali, altra possibile causa di alito pesante.

Un ottimo rimedio contro la lingua patinosa e l’alito cattivo è poi la tisana di Assenzio. L’opinione assai diffusa che l’Assenzio sia sano e non possa nuocere non corrisponde per niente ai fatti – avverte la Tebrien – Bisogna essere molto cauti con l’Assenzio. La tisana di Assenzio si prepara lasciando macerare in una tazza colma d’acqua bollente per 10 minuti appena mezzo cucchiaino di sommità fiorite, fiori e foglie o parti aeree essiccate della pianta. Bevuta dopo i pasti, questa tisana, che risulta al gusto molto amara, aiuta la digestione; ne vengono riconosciute anche proprietà antinfiammatorie, antispasmodiche e rigeneranti.

♣♣♣

Marie Treben (Žatec, 27 settembre 1907 – Grieskirchen, 26 luglio 1991) si è specializzata nel campo delle erbe officinali studiandone per anni le applicazioni. Per lei, profondamente cristiana, le erbe e le cure da esse derivanti sono un’espressione dell’amore Dio. La sua opera più nota, “La Salute dalla Farmacia del Signore”, è stata pubblicata in più di 20 lingue vendendo oltre 12 milioni di copie in tutto il mondo.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok