Vegan Style

29 Dic 2016


Polpette di azuki e cavolo viola

Il nome azuki vuol dire “piccolo fagiolo”, sono legumi ricchi di nutrienti, molto utili per la salute di reni, cervello, ossa, fegato e sistema immunitario. Contengono molti minerali e oligoelementi, in particolare il potassio, il molibdeno e lo zinco. Sono ricchi di fibre e di proteine e sono,  poveri di grassi. Vantano un buon contenuto di acido folico e vitamine B1, B2, B3 e B6. Hanno inoltre proprietà dedurative e sono un toccasana per i reni. In più sono maggiormente digeribili rispetto agli altri legumi e contengono isoflavoni e fitostrogeni, in grado di preservare la salute delle ossa, del cervello e del sistema immunitario. Sono ottimi per tutti, soprattutto a chi non mangia la carne, grazie alle loro qualità nutrizionali.

Il cavolo cappuccio, facendo parte della varietà a cappuccio, presenta foglie compatte e chiuse a forma di sfera. Si riconosce principalmente per la sua colorazione. Fin dall'antichità è stato usato per curare svariate patologie e per rinforzare il sistema immunitario.
E' un alimento ricco di sali minerali e di vitamine quali A, B, B1, B5, B6 e soprattutto l'importantissima vitamina C. Inoltre può essere consumato sia crudo che cotto, anche se la cottura lo impoverisce dei suoi principi nutritivi. Tuttavia, l'acqua di cottura è ricca di zolfo e può essere utilizzata come trattamento per la pelle.

                                                                     

Ingredienti per 24 polpette:

300 gr di fagioli azuki cotti

150 gr di cavolo cappuccio viola

1 cipolla rossa cotta a vapore

50 gr di amido di mais

1 cm di zenzero fresco

succo di mezzo limone e buccia grattugiata

1 cucchiaio di senape

1 cucchiaino di sale marino integrale

pepe bianco

olio exravergine di oliva

farina di riso per impanare

Ingredienti per la purea:

200 gr di cavolo cappuccio viola

50 gr di mandorle spellate

30 gr di uva passa

2 cucchiai di acidulato di umeboshi

mezzo cucchiaino di sale integrale

1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

25 ml di acqua

Procedimento:

Mettete in un robot da cucina i fagioli azuki cotti, il cavolo cappuccio, la cipolla rossa, lo zenzero, il succo del limone e la buccia grattugiata, la senape, il sale ed il pepe. Tritate tutto ed amalgamate con l'aiuto di una spatola. Deve risultare un composto morbido ed omogeneo. Assaggiate per capire se aggiungere altro sale o pepe. Unite l'amido di mais e mescolate. Mettete il tutto in una padella antiaderente larga, mettete sul fuoco e fate asciugare il composto mescolando.

Appena si addensa, aggiungete l'olio e mescolate ancora. Versate il composto in un contenitore e fate raffreddare, poi mettetelo in frigorifero per almeno mezz'ora. Nel frattempo prepariamo la purea, mettete precedentemente in ammollo per un'ora l'uva in una ciotola e le mandorle in un'altra. Prendete un frullatore e metteteci dentro il cavolo cappuccio tagliato grossolanamente, l'uva e le mandorle, il sale e frullate il tutto, aggiungete l'acqua e frullate nuovamente, deve risultare una specie di purea. Mettete in una ciotola ed insaporite con l'acidulato di umeboshi e con l'olio.

Fatelo riposare in frigorifero fino al momento di servirlo. Riprendiamo il composto per le polpette che adesso sarà ben sodo, formate delle palline di 3/4 cm di diametro, passatele nella farina di riso e mettetele in una teglia foderata con della carta da forno.

Preriscaldate il forno a 180°C, spennellate le polpette con un'emulsione di acqua e olio, infornate per 10 minuti, passato il tempo girate le polpette e spennellatele ancora, infornate per altri 10 min. Quando saranno pronte, fatele raffreddare leggermente ed impiattate insieme al purè.

 

 






ABOUT AUTORE









Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok