QualBuonTempo

09 Feb 2022


SIAMO FIGLI DELLE STELLE

Per caso ti arriva una notizia e ti rendi conto che era già nell’aria da qualche tempo, ne avevi letto i segni nei gesti, negli sguardi, nelle voci e nei silenzi. Quel giorno per caso avevi visto qualcosa che ti aveva lasciato perplessa, ma la routine quotidiana sembrava poi aver ammortizzato il tutto.

Ma no, ciò che non va, che non funziona, alla fine riemerge. E allora, con pazienza, poco più in là, dopo anni, ecco spuntare, ecco accadere qualcosa che pone fine. Può essere un incontro o un evento occasionale, ma è soprattutto un pensiero seminato e custodito nel tempo, l’emergere di una presa di coscienza che no, non si può continuare sulla strada frequentata a lungo, è ora di seguire un altro sentiero.

Non è cambiato molto nel tempo, è solo venuta meno la motivazione che stava all’inizio del percorso, e c’è una consapevolezza diversa. A un tratto ci si ascolta e accade: si va per altra strada.

Certo, si lasciano alle spalle lacrime, ferite, amarezza, interrogativi, macerie, perché ciò che non si è avuto il coraggio di dire e di fare nel tempo, ha creato la convinzione che tutto andava bene così com’era, quando in realtà si aprivano crepe. La perplessità compare sui volti che non capiscono.

Che è accaduto? Ti sei accorto che dovevi qualcosa a te stesso, che è giunto il tempo di una riformulazione della tua vita, rimanere significa prima o poi implodere, forse con danni irreparabili.

Certo, il rischio di non essere capiti è grande, la consapevolezza di creare disorientamento pure.

C’è bisogno di tempo, di pazienza per ridisegnare se stessi e, di conseguenza, le relazioni con gli altri. Importanti certo queste ultime, come altrettanto rilevante è la cura della relazione con sé!

L’immagine che diamo agli altri è sovente quella che loro vogliono vedere, che li rassicura perché ci collocano dentro una cornice.

Ma noi siamo molto di più di quel volto e di quel corpo che mostriamo; siamo pure fragranza, suono, sapore, calore. Allo stesso modo siamo emozioni e pensiero, siamo storia e scelte, siamo azioni e soste… Ciascuno di questi volti dice di noi qualcosa, eppure noi siamo ancora molto di più.

L’immagine che abbiamo di noi è importante perché è la nostra compagna: è lei che ci segue ovunque, che ci richiama con diversi linguaggi se non siamo in sintonia.

Ciascuno di noi è poi la risultante provvisoria di storie, di ambienti… Dentro di noi convivono tratti, non solo fisici, di creature che hanno abitato il passato, sia umane, sia animali, sia vegetali; siamo una combinazione originale che mai più si ripeterà.

E siamo davvero preziosi se “anche le stelle hanno ceduto qualcosa per formarci”. Possiamo con certezza dire che siamo polvere di stelle.

E come queste possiamo brillare, se ci liberiamo delle scorie, dei falsi noi stessi; e come le foglie possiamo volare se lasciamo cadere i veli, le regole che ci imbrigliano; e come il primo uomo possiamo ammirare l’infinito volgendo lo sguardo al cielo, superando la tentazione di strisciare rivolti a terra gravati da pesi.

Formati e continuamente ri-formati nel profondo buio, come un tempo nel ventre di nostra madre, chiamati a uscire dalla caverna[1] in cui crediamo vere le ombre che si proiettano sulle pareti, siamo destinati alla luce, all’ampiezza e alla luminosità del cielo.

Dice bene il sommo poeta, Dante Alighieri: “Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguire virtute e conoscenza!”

È un cammino iniziato un tempo lontano, oserei dire nella notte dei tempi, e di cui ancora non se ne vede la fine. Se, come già detto, il travaglio che vivo come persona è ripercussione della vita in generazione dell’universo, in un’interdipendenza terribile e bellissima, sia che agisca, sia che rinunci ad agire, sono fondamentali le scelte che compio perché non lasciano senza conseguenza.

Diventa vitale l’esercizio continuo di ascolto di sé e degli altri, per un equilibrio che a volte predilige l’uno e a volte l’altro, ma mai può essere rinuncia.

---

[1] Il mito della caverna, da La Repubblica di Platone






ABOUT AUTORE









Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok