Personaggi e Territorio – Parte III

Continuando il viaggio alla scoperta di Francesco da Milano per arrivare alla tappa finale di Follina, lasciamo Porcia e il territorio friulano seguendo la strada Pontebbana diretti a San Fior per arrivare fino alla frazione di Castello Roganzuolo e più precisamente nel piccolo Borgo Gradisca, dove, dall’alto del colle, la chiesa monumentale intitolata ai Santi Pietro e Paolo, la cui prima costruzione risale al 500 d.C., richiama fedeli e visitatori anche per ammirare i suoi interni e il panorama che spazia a 360° e permette di vedere le Prealpi trevigiane, le colline ed i paesi della pianura. Sul pianoro del colle si staglia anche il campanile che è stato in epoca medievale parte di una costruzione difensiva. In concomitanza con le funzioni, una volta entrati in chiesa, tante sono le opere che ci accolgono e sicuramente tra queste, il ciclo di affreschi di Francesco da Milano che adorna il presbiterio, non mancherà di colpire i nostri sensi e il nostro spirito (foto di copertina).

Da Castello Roganzuolo ci dirigiamo a Conegliano, patria del Prosecco DOCG o meglio del Conegliano Valdobbiadene DOCG. Bella città con un borgo medievale caratteristico che viene anche ricordata per aver dato i natali a Cima da Conegliano, all’anagrafe Giovanni Battista Cima, altro grande pittore dell’arte rinascimentale.
Presso la chiesa di San Martino e Rosa, superato l’omonimo ponte sul Monticano, si trova un’opera di Francesco Pagani (o “da Milano”) intitolata Adorazione dei Pastori. La pala rappresenta la natività e mette in primo piano il Bambin Gesù con Maria e Giuseppe assieme ad un angioletto, altre figure completano l’opera e, alla loro destra, l’artista mostra un paesaggio collinare con arroccata una città murata. Dopo aver ammirato il lavoro dell’artista realizzato nel XVI secolo, il microturista potrebbe chiedersi se quella città murata fosse frutto dell’immaginazione o la rappresentazione di una realtà.
Usciti dalla chiesa è d’obbligo una visita presso il Duomo per visitare la Sala dei Battuti che conserva numerosi affreschi ispirati alle Scene del Vangelo dipinti dal “da Milano”. Tra l’altro questa passeggiata ci porta lungo Via XX settembre dove è facile lasciarsi incantare dall’atmosfera di un tempo che Conegliano sa trasmettere.

Il viaggio continua verso Tarzo e, più precisamente, ci porta nella frazione di Arfanta dove troviamo, nella chiesa parrocchiale di San Bartolomeo, una bella pala d’altare del nostro pittore con la Madonna, il Bambino e alcuni Santi. La chiesa, nelle sue parti ancora originali, risale al 1400 ed è stata recentemente trasformata. Per arrivare fino ad Arfanta, si possono percorrere più strade, tutte comunque tra le belle colline vitate del Prosecco che, ne sono sicuro, saranno uno spettacolo per i vostri occhi.

Dopo Arfanta e il suo belvedere si possono superare le colline per arrivare a Revine Lago, luogo ricco di borghi che, fino alla metà degli anni Ottanta dell’Ottocento, era formato da due paesi, quello di Revine e quello di Lago, i quali, unendosi, hanno dato origine al Comune che oggi conosciamo. Nel territorio comunale vi sono due laghi: quello della località Lago e quello di Santa Maria. Entrambi sono meta di turisti, come anche il paese e la vallata.
Una visita alla chiesa di San Giorgio Martire a Lago offrirà un momento emozionante per l’architettura, per le opere presenti e per la bella pala del Pagani che raffigura la Madonna col Bambino in trono con Santi e committente.

Lasciati i laghi conviene raggiungere Follina con la bella Abbazia Cistercense di Santa Maria, un bell’esempio di edificio gotico cistercense. Proprio qui si trova un ulteriore affresco di Francesco da Milano intitolato Madonna col Bambino tra due Santi e committente.

Il nostro viaggio come microturisti alla scoperta del “da Milano” e dei suoi territori finisce qui. Mi auguro che le emozioni vissute siano buon linfa per ognuno di noi.

Altre sono le opere che l’artista ci ha lasciato, magari in un prossimo futuro potremo scoprire anche queste assieme a quelle di altri artisti.










Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok