Bollicine Solidali, insieme si fa strada

Una cordata di solidarietà per la montagna veneta

Quarantamila e quaranta (40.040) bottiglie per esprimere solidarietà alla montagna veneta flagellata dal maltempo lo scorso ottobre. È consistente la donazione fatta all’Associazione Nazionale Alpini da parte di una cordata di imprenditori che hanno deciso di mettersi insieme unendo le forze in un’operazione che dovrebbe fruttare 200.000 euro.

Sei produttori di vino hanno contribuito con la materia prima - 380 ettolitri - poi si è trovato chi provvedesse alla spumantizzazione, chi fornisse il vetro, le etichette, i tappi, le capsule, la grafica, la comunicazione, i trasporti. Non è stato difficile raccogliere il consenso, nemmeno quello degli Alpini, ai quali è stato affidato l’ultimo cruciale passaggio: la distribuzione, ovvero la vendita, in occasione dell’annuale adunata nazionale che si è svolta a Milano dal 10 al 12 maggio. Nei tre giorni sono accorsi circa 500.000 alpini a cui si sono aggiunti gli innumerevoli simpatizzanti. In quel contesto di gioia, ricordi e solidarietà - della quale gli alpini sono campioni indiscussi - è stato possibile dare il proprio contributo alla causa acquistando le Bollicine Solidali.

Il lancio del Progetto “Insieme per la montagna veneta” è stato affidato al Presidente Luca Zaia durante il Vinitaly. Il Governatore del Veneto ha svolto egregiamente la sua parte stappando bottiglie di Bollicine Solidali (che recano la sua firma) in tutte le occasioni ufficiali seguite da brindisi. E sono state tante, riprese da fotografi e telecamere di testate di tutto il mondo.

I fondi raccolti ora saranno destinati alle comunità di Asiago (VI) e dell’Agordino (BL) al fine di realizzare alcune opere cruciali per il ripristino del territorio.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok