"Fare comunità", un progetto per favorire l'aggregazione e la rigenerazione sociale

Protagonista il gruppo di cittadini Qua.SanZeno

TREVISO - Favorire le relazioni e il confronto tra le persone che vivono nello stesso quartiere, condividere momenti significativi della propria quotidianità, sostenere il dialogo dei cittadini con l'Amministrazione Comunale e i servizi, nel segno di un cambiamento: questi gli obiettivi del progetto “Fare comunità”. Promosso dal Comune di Treviso e dall'Assessorato alla Partecipazione, Politiche Giovanili e Pari Opportunità, con il coordinamento della cooperativa sociale La Esse, il percorso di sviluppo di comunità è partito poco più di un anno fa dal quartiere di San Zeno.

Protagonista il gruppo Qua.SanZeno ri-scoprire insieme che si è costituito non solo per organizzare attività e iniziative pubbliche, ma prima di tutto per incontrarsi e conoscersi meglio.

«Abbiamo raccolto la proposta dell'Amministrazione Comunale e abbiamo deciso di metterci in gioco e di provare a fare insieme qualcosa di concreto - spiegano i membri del gruppo - Nasce così Qua.SanZeno, in cui il termine "Qua" indica il quartiere ma anche il fattore tempo, perché oggi non possiamo delegare ad altri l'impegno e la partecipazione, ma dobbiamo essere noi prima di tutto a partecipare e a essere attivi».

«Abbiamo promosso il progetto "Fare comunità" per provare a rispondere agli obiettivi di un'aggregazione consapevole - afferma l'Assessore Liana Manfio - che possa rinforzare i legami tra le persone di uno stesso quartiere come lievito di dinamiche che diventano risorsa per la città, in cui la collaborazione e il supporto reciproco possano essere un aiuto concreto nella quotidianità. E' un’occasione per condividere bisogni ed esperienze, in dialogo aperto con l’amministrazione, per confrontarsi, crescere e fare davvero comunità».

Mettendo a disposizione il proprio tempo, ma anche idee ed energie, il gruppo promotore ha iniziato a incontrarsi e a collaborare insieme già alla fine del 2015 occupandosi della mappatura dei luoghi e della realizzazione delle interviste a soggetti leader, per poi dare avvio dei laboratori organizzati in rete con associazioni e istituzioni come la scuola e la parrocchia.

Un percorso di rigenerazione sociale concentrato attorno a due temi principali: la ricerca di spazi aggregativi, per indagare come si possono vivere, interpretare e rivitalizzare certi spazi, e i legami tra vicini di casa, da alimentare e consolidare; tematiche che si traducono nell'organizzazione di attività sempre nuove e diverse come "CamminiAmo San Zeno", "CinemiAmo San Zeno", con serate di cinema all’aperto, "CuriAmo San Zeno", giornata ecologica per raccogliere i rifiuti abbandonati ma anche per ripristinare le aiuole pubbliche. Aperte a tutti dai più piccoli agli anziani, le iniziative pubbliche si fanno strumento per disegnare una nuova mappa di relazioni sul territorio, attivare nuove dinamiche di partecipazione, creare un legame sociale fatto di appartenenza e responsabilità. Il progetto di sviluppo di comunità proseguirà quest'anno nei quartieri di Fiera e Selvana, Sant'Antonino e San Lazzaro.

Fonte: www.oggitreviso.it






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok