Gioco dell’Oca di Venezia

Un’iniziativa che promuove la conoscenza attraverso il gioco e coinvolge persone nel disagio sociale

È stato presentato lunedì 17 dicembre alle ore 16.00 presso la sede di Unioncamere del Veneto il Gioco dell’Oca di Venezia ideato dall’artista Coneglianese Debora Basei nell’ambito del progetto “Ricrearti”, iniziativa socialmente utile che promuove, principalmente, il riuso dei materiali per dare vita a creazioni del tutto originali coinvolgendo persone a vario titolo svantaggiate.

Il Gioco dell’Oca di Venezia è un gioco in scatola (il classico gioco dell'oca) che ha la peculiarità di avere come "caselle" alcuni luoghi particolari, caratteristici di Venezia (le immagini sono del fotografo veneziano Riccardo Roiter Rigoni); il gioco è completo di una guida che ha lo scopo di spiegare ogni "tappa" ed eventuali aneddoti. In questo modo quando le persone giocano hanno la possibilità di conoscere la città a “colpi di dadi”. È un gioco adatto a bambini e adulti, ed è sia in lingua italiana che in lingua inglese, quindi strumento utile anche per i turisti che vogliono scoprire la città divertendosi.

L’iniziativa coinvolge persone nel disagio sociale. Nella fattispecie, il gioco è costituito da un tabellone, dadi, guida storica e tappi in sughero che diventano i “segnaposto” per i giocatori; ogni tappo, firmato Amorim Cork Italia, ha la caratteristica di essere dipinto a mano dagli utenti della Piccola Comunità Onlus di Conegliano, ente morale che aiuta persone con problemi di dipendenza. Dipingere un tappo è un’azione semplice, ma può essere molto utile per questi ragazzi, facendo leva sul loro senso di responsabilità.

Altro aspetto sicuramente importante dell’iniziativa è la conoscenza: attraverso la conoscenza le persone si avvicinano alla bellezza e anche questo è un modo per contribuire ad una società e ad un futuro migliore.

Il Gioco dell’Oca di Venezia promuove dunque bellezza, cultura, territorio e tradizione con il fine di contribuire alla conoscenza e al rispetto.

Alla presentazione ufficiale erano presenti: il Presidente di Unioncamere del Veneto dott. Mario Pozza, il Vicepresidente di Regione Veneto fott. Gianluca Forcolin, la dott.ssa Federica Bosello Responsabile Area Promozione, Comunicazione e Rapporti Istituzionali dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale, il dott. Antonio Biasi della Camera di Commercio di Treviso e Belluno.

Grazie ai molteplici valori di questa iniziativa socialmente utile, il Gioco dell’Oca di Venezia vanta il riconoscimento CSR, risponde cioè ai requisiti di responsabilità sociale di impresa, rilasciato dalla Camera di Commercio di Treviso e Belluno. Il gioco è acquistabile sul sito internet www.giocodellocadellecitta.it. Parte del ricavato delle vendite online sarà devoluta al fondo della Regione Veneto “VENETO IN GINOCCHIO” per aiutare le popolazioni colpite dal maltempo.

Si segnala che “Il Gioco dell’Oca di Venezia” è il secondo della collezione “Gioco dell’Oca delle città”: il primo è stato quello di Conegliano (TV). Entrambi sono disponibili online o nei punti vendita indicati nel sito. 






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok