QualBuonVeneto

30 Dic 2020


Giovani e in rampa di lancio: nuovi talenti al Pastificio

Scatta la seconda edizione del coworking gratuito “AmalgaMenti”. Ideeuropee fa squadra con Assindustria e Ca' Foscari.

Sono under 35, lavorano nel mondo della comunicazione come liberi professionisti, hanno talento da vendere e fame di nuovi stimoli: è l’identikit dei tre protagonisti della seconda edizione di “AmalgaMenti”, il progetto di coworking gratuito ideato e promosso dall’agenzia di comunicazione integrata di Treviso Ideeuropee. Si chiamano Alessia, Remo e Alfio: determinati e brillanti, saranno loro ad occupare per un anno le postazioni allestite all’interno del Pastificio, da sempre luogo di contaminazioni.

Da un’idea di Ideeuropee in collaborazione con i Giovani Imprenditori di Assindustria Venetocentro, Ca’ Foscari Alumni e Campus Treviso - Ca’ Foscari, “AmalgaMenti” ha sede infatti al Pastificio, la casa di Ideeuropee e di Subject 832, ambiente in cui si respira uno spirito da laboratorio artigianale di una volta, riletto però in chiave moderna.

«Quello della comunicazione – il commento di Piergiorgio Paladin, fondatore e guida di Ideeuropee nonché ideatore del Pastificio – è un mondo effervescente per antonomasia, che si alimenta di confronti. Dopo aver analizzato le candidature arrivate all’apertura del nuovo bando, tutte molto interessanti, abbiamo individuato in questi tre ragazzi in rampa di lancio i nostri nuovi compagni di avventura. Mi auguro che per questi talenti di rientro dalle metropoli “AmalgaMenti” rappresenti una “nuova casa” e un’opportunità di crescita».

La nuova squadra

«Perché “AmalgaMenti”? Dopo tanto girovagare, vista anche l’emergenza sanitaria in corso, ho pensato che sarebbe stato giusto fermarmi per un po’, senza però rinunciare al mio desiderio costante di vivere sempre nuove esperienze». Alessia ha 32 anni, è di Udine ma abita a Susegana. Freelance da tre anni, è PPC Specialist ovvero un’esperta di pubblicità in rete. Nel suo portfolio annovera collaborazioni con clienti da tutta Europa ma anche dagli Stati Uniti e dall’Australia, uno dei luoghi in cui ha vissuto. «Per svolgere il mio mestiere mi bastano un portatile e una buona connessione. L’ideale per una come me che ama viaggiare, meglio se in camper e in mezzo alla natura».

Non solo semplici interfacce: Remo, di Treviso, 32 anni, è specializzato in progettazione, disegno e sviluppo di siti internet pensati come contenitori di progetti multimediali. Aziende o studi professionali, ma anche terzo settore. Tra i lavori realizzati finora, ha firmato ad esempio anche il webdoc sull’esperienza di Emergency in Afghanistan intitolato “Storia di una pallottola”, realizzato in collaborazione con Studio Magoga. Una laurea in Comunicazione multimediale e Tecnologie dell’informazione a Udine, tiene corsi di formazione in web design all’università.

«A chi mi chiede in che cosa consista la mia attività, semplicemente rispondo: scrivo». Di professione Alfio riempie pagine bianche, ma la sintesi perfetta tra la trama delle sue giornate e la sua più grande aspirazione è tutta in questo verbo. Trevigiano con origini campane, 27 anni, dopo aver frequentato la Scuola Holden di Torino e la redazione web di Radio Deejay a Milano, intraprende la strada da ghostwriter. Biografie, racconti, favole, romanzi: plasma storie come fossero pezzi di legno grezzo, dando voce a protagonisti realmente esistiti o frutto della sua fantasia.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok