Goldin completa il restauro di Santa Caterina

Un progetto di restauro da 640 mila euro firmato Linea d'Ombra, che completa i lavori già avviati dal comune di Treviso

Dopo le accese polemiche degli scorsi mesi, il sodalizio tra Treviso, amministrata dal sindaco Giovanni Manildo, e Linea d'Ombra, la società fondata da Marco Goldin nel 1996, sta portando tutti i frutti sperati e proprio nel ventennale della sua nascita: oltre al progetto di grandi mostre, che inizierà quest'autunno dalle già attesissime «Storie di impressionismo», dal 26 aprile partirà il risistemazione di alcune parti del complesso di Santa Caterina non interessate dal grande restauro che ha preceduto la fortunata mostra di Escher.

Dopo l'adeguamento delle ultime sale, Treviso beneficerà della presenza di un museo civico completamente rinnovato, pronto a essere sede di importanti esposizioni: un fattore che si sta rivelando pealtro strategico, riportando nella Marca un significativo flusso di turisti ridando dignità a una terra ricca di cultura e arte, tanto meglio se in asse con Asolo e Possagno, luoghi di frequenti eventi legati al Canova, e con Conegliano, dove è attualmente in corso la mostra sui Vivarini.

 

 






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok