Open Day a Villa Alba

Mostra “…il ricordo… fotografia consapevole con lo smartphone” a conclusione di un percorso formativo sperimentale. Ospite atteso, il fotografo internazionale Mario Vidor.

Da settembre 2016, quando ha preso in gestione Villa Alba (Fontanelle, TV) e l’ha destinata a propria sede, l’Associazione Oltre l’Indifferenza Onlus, presente nel territorio opitergino-mottense ormai da vent’anni, ha continuato a fare passi da gigante nel dare sostegno alle persone con disabilità. «Da soli non si va lontano ma collaborando si fanno cose grandi»: è questa convinzione che muove il presidente Mauro Vettorello a lavorare per e con le tante persone disabili che hanno fatto di Villa Alba la loro secondo casa e a costruire una rete di relazioni nel territorio per un reciproco scambio di esperienze e d’aiuto. Le famiglie associate sono il motore che tiene in vita l’Associazione: grazie al loro contributo, che arriva in vari modi, operatori e volontari continuano ad aumentare e a rendere sempre più professionale e frizzante il servizio offerto per coinvolgere le persone disabili nel loro tempo libero.

Proprio a ragazzi, operatori, volontari e non solo, l’Associazione ha deciso di rivolgere un corso di formazione finanziato dal Centro Servizi per il Volontariato di Treviso inerente la fotografia con smatphone e tablet. Il corso è stato organizzato grazie alla disponibilità del fotografo professionista Claudio Schincariol, che ne ha definito il programma centrandolo sull’importanza del ricordo: attraverso le fotografie si è documentata l’evoluzione dell’uomo e delle piante, sperimentando in maniera creativa e costruttiva il passare del tempo.

Alla giornata d’inaugurazione del corso, il 10 marzo scorso, hanno preso parte, oltre ai fruitori abituali di Villa Alba, anche il presidente Mauro Vettorello e alcuni rappresentanti del Comune di Fontanelle e di Associazioni locali. Al fianco delle persone con disabilità, ognuno ha messo in gioco le proprie qualità e la propria professionalità, dando avvio ad un percorso innovativo.

Il risultato di questo percorso, quindi la creazione di ricordi virtuali, sono stati selezionati, stampati, quindi resi tangibili per essere esposti nella mostra “…il ricordo… fotografia consapevole con lo smartphone” che sarà allestita nella giornata di Open Day a Villa Alba sabato 18 maggio a partire dalle ore 15.

L’esperienza laboratoriale compiuta a Villa Alba è un prototipo che potrà essere ripreso da altre Associazioni del territorio che hanno a che fare con la disabilità, ma non solo, come modello cognitivo-didattico, che risponde al bisogno di riconoscersi nelle varie fasi e nei vari contesti della vita.  Da questa idea, è nato un altro progetto sperimentale legato all’applicazione della Legge 112/2016 riguardante il “Dopo di Noi”. Protagonisti di questo progetto sono sei giovani con disabilità che hanno deciso di intraprendere a Villa Alba un percorso di autonomia personale e domestica che li porta lontano dalla famiglia dal giovedì pomeriggio alla domenica (week-end alterni). Intorno a questi sei ragazzi e all’Orto Botanico Alla Mia Altezza, orto rialzato che permette anche a persone non deambulanti di sperimentare attività di coltivazione e giardinaggio, si è cominciato a strutturare un laboratorio di giardinaggio durante il quale poter sperimentare e documentare settimanalmente la cura e la crescita delle piantine e dei fiori attraverso scatti fotografici.

Anche questo progetto sperimentale verrà presentato sabato 18 maggio in occasione dell’Open Day. Ospite atteso per l’occasione il fotografo internazionale originario di Farra di Soligo Mario Vidor, che presenterà in anteprima il suo ultimo libro fotografico. L’evento è aperto al pubblico e darà la possibilità di sperimentare molte altre attività insieme agli ospiti di Villa Alba.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok