Orto in condotta!

"Nel nostro tempo e nell’ambiente civile della nostra società, i bambini... vivono molto lontani dalla natura ed hanno poche occasioni di entrare in intimo contatto con essa o di averne diretta esperienza. Invece il bambino ha bisogno di vivere naturalmente, di “vivere” la natura e non soltanto di conoscerla, studiandola o ammirandola". (Maria Montessori, "La scoperta del bambino")

La regione Veneto si sta impegnando ormai da qualche anno per trasformare i cortili delle scuole in vere e proprie aule all'aperto. Insieme alla finalità della tutela del verde in città, il progetto si assume l'impegno di promuovere un'educazione integrale.

Il Comune di Treviso è stato il primo ad aver aderito all'iniziativa, con il progetto "Un posto al verde a scuola", promosso dai supermercati del Gruppo Alì che sostiene l'iniziativa a fondo perduto, dimostrando interesse e generosità verso il mondo della scuola e l'ambiente che ci circonda.

L'esempio è stato seguito da molti altri Istituti Comprensivi della regione; di seguito riportiamo due casi locali.

A Sernaglia della Battaglia il progetto è partito a settembre dello scorso anno scolastico. Il Comune ha comprato tutto il materiale occorrente: rastrello di acciaio a denti larghi, palette da giardinaggio, innaffiatoi piccoli, guanti monouso, telo geotessile per la protezione delle sementi, forbice da potatura, spago di rafia e plastica, tutori naturali e reti da supporto per le piantaggioni di pomodori e di fagioli rampicanti; ha provveduto, inoltre, ad installare due fontane con annessi rubinetti e mattoni in tufo.

Il progetto unisce i saperi tradizionali del territorio con una didattica di tipo innovativo e laboratoriale, che permette di sviluppare competenze specifiche in ambito scientifico e trasversali (capacità di lavorare in gruppo, spirito di iniziativa, etc.). Contemporaneamente, sviluppa attitudini importanti dal punto di vista ambientale, come ad esempio la tutela degli spazi verdi, la valorizzazione delle coltivazioni biologiche e a km zero, l'assunzione di consapevolezza della biodiversità.

Anche a Conegliano, nella scuola dell'infanzia "S. Giovanni Bosco" del Collegio Immacolata, dallo scorso settembre, si lavora l'orto biologico. Grazie al progetto "Orto", i bambini, fin dall'asilo, vengono stimolati ad utilizzare i propri sensi per mettersi in contatto con la natura, sviluppano abilità pratiche, quali l'esplorazione, l'osservazione e la manipolazione, comprendono che si può coltivare in modo biologico i vegetali di cui ci nutriamo e che non siamo solo consumatori ma che possiamo essere anche produttori di alcuni cibi che mangiamo.

Ci auguriamo che, con l'inizio del nuovo anno scolastico, queste attività vengano portate avanti e implementate, e che altre scuole seguano l'esempio.

L'esperienza della coltivazione di un orto - attività dei nostri padri che rischia di essere dimenticata con l'affermarsi del paradigma tecnocratico - è, senza dubbio, un valore da trasmettere alle future generazioni per molteplici ragioni. Insegnare a un bambino a "fare l'orto" vuol dire consentirgli di coltivare il montessoriano "sentimento della natura", inteso come attenzione, rispetto, curiosità verso ciò che ci circonda; il piccolo coltivatore compie così il primo passo verso la comprensione che «Ogni cosa è strettamente collegata su questo pianeta e ogni particolare diventa interessante per il fatto di essere collegato agli altri. Possiamo paragonare l'insieme ad una tela: ogni particolare è un ricamo, l'insieme forma un tessuto magnifico» (Maria Montessori, "Dall'infanzia all'adolescenza"). L'orticoltura ha, inoltre, il merito di far conoscere il ritmo della natura e, in relazione ad esso, consente di rallentare il nostro, troppo umano. In questo tempo, dove tutto è istantaneo, veloce, fare esperienza della natura aiuta i bambini ad imparare ad attendere, poiché lo svolgersi dei cicli della natura ha tempi propri da rispettare, e ad applicarsi con constanza e dedizione in quello che si fa.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok