QualBuonVeneto

01 Mar 2017


Piccola Comunità: fattoria sociale

"La Mondaresca" ad Arfanta

CONEGLIANO - Dalla posizione panoramica in cui si trova, da lassù, nelle giornate in cui il cielo è terso, la vista raggiunge Venezia e la sua laguna. È la fattoria  sociale "La Mondaresca", che fino ad alcuni anni fa era un agriturismo e dove sono in corso i lavori per creare anche un caseificio per lavorare il latte prodotto dalle capre che vengono allevate. La si può raggiungere percorrendo una strada tortuosa e sterrata, che conduce a una splendida struttura di accoglienza e di lavoro aperta nel 2014 dalla Piccola Comunità di Conegliano che l'ha acquistata, in località Mondragon ad Arfanta, sulle colline di Tarzo. È circondata da un terreno di 27 mila metri quadrati di proprietà e il suo acquisto è venuto a costare 470 mila euro, di cui 375 mila coperti da un mutuo decennale. Alla fattoria sociale "La Mondaresca" si coltiva la terra e c'è una stalla in cui è stato avviato un allevamento di capre. La Piccola Comunità, fondata nel 1974 da don Gigi Vian, recentemente scomparso, e presieduta attualmente dall'ex sindaco di Conegliano ed ex assessore regionale Flavio Silvestrin, disponeva già della sede storica di via Molmenti a Conegliano, dietro il Castello, che tradizionalmente, dal 1974, si occupa del recupero e reinserimento sociale di tossicodipendenti, di giovani con altre problematiche e di ex carcerati, e di quella di Fontanelle, che accoglie persone senza fissa dimora o in condizioni di grave disagio familiare. La casa fattoria "La Mondaresca" ad Arfanta, dove sono stati avviati recentemente lavori di ampliamento, può ospitare fino a 25 persone, che  provengono dal mondo dell'emarginazione, da cui hanno avuto la forza di uscire, ma non sono ancora in grado di lavorare da sole e hanno bisogno di essere seguite per impegnarsi e sentirsi utili.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok