Pro Loco e Beato Toniolo alleati, Tovena è cultura!

Il 18 e 25 ottobre, con il libro “Le Cose Nuove” e apertura di chiesa e museo.
La felice alleanza fra la Pro Loco del paese, presieduta da Lino Gazzarin, e l’Istituto Diocesano Beato Toniolo. Le vie dei Santi, con sede a Pieve di Soligo, mette in risalto cultura, bellezza e arte sacra a Tovena nell’ambito della Secolare Fiera Franca e dei Festeggiamenti dei Santi Simone e Giuda. Infatti, nei pomeriggio di domenica 18 e di domenica 25 ottobre, la proposta di alcuni appuntamenti da parte della Pro Loco al “Beato Toniolo” si è realizzata in parrocchia ottenendo un consenso importante, con l’effetto di consolidare il successo ottenuto già lo scorso anno, pur affrontando in questo autunno 2020 un notevole aggravio organizzativo in relazione all’emergenza sanitaria in corso.
Il primo evento nella frazione cisonese si è svolto domenica 18 ottobre con la presentazione nella chiesa parrocchiale del volume “Le Cose Nuove. Rinascere più forti, sulle orme del Toniolo” di cui è autore il direttore scientifico del “Beato Toniolo”, Marco Zabotti, grazie alla gentile disponibilità del parroco don Adriano Sant. In una conversazione coordinata con efficacia e bravura dal docente Flavio De Bin, componente del direttivo della Pro Loco di Tovena, e animata dalle esecuzioni musicali della giovane Ilaria Affabris, Zabotti si è soffermato su alcuni dei principali temi trattati nel libro, in particolare sulle “provocazioni” del tempo della pandemia e sul cambiamento/riforma di se stessi richiesto a ciascuno nello stile e nell’esperienza di vita personale, ecclesiale e sociale. Da ricordare, tra gli organizzatori, insieme alla Pro Loco e allo stesso “Beato Toniolo”, la Foresteria Santa Maria di Follina e la rete Vite Illustri Pieve di Soligo, con il contributo di Latteria Soligo, Marpress e la Piave Editore.
Nel pomeriggio di domenica 25 ottobre, invece, spazio all’apertura, all’illustrazione e alle visite nella chiesa parrocchiale dei S. S. Simone e Giuda e al museo parrocchiale, un vero gioiello e un vanto per l’intera comunità di Tovena.
Nelle tre turni alternati di accesso ai due siti religiosi della frazione cisonese, un folto gruppo di persone, di varie età e provenienze, non solo locali, si sono avvicendate alla scoperta della bellezza delle opere e dei simboli cristiani custoditi nei due ambienti parrocchiali.
Nella chiesa di Tovena è stato l’esperto d’arte Giuliano Ros, componente della commissione scientifica del “Beato Toniolo”, a raccontare agli ospiti i particolari dell’arte sacra presente in tutti gli spazi del sito, con importanti cenni storici e riferimenti alla struttura, alle opere conservate e alla loro simbologia cristiana. Le preziosità del museo, invece, sono state illustrate dalla collega Paola Brunello, nuova componente del consiglio direttivo dell’Istituto Diocesano, che ha intrattenuto i gruppi spiegando la storia e le caratteristiche di arredi e dipinti conservati nelle stanze del museo, voluto fortemente dal compianto parroco don Livio Spader e poi realizzata grazie al generoso impegno del successore don Piergiorgio Camilotto, unitamente a parrocchia, diocesi e comune.
Tutti i partecipanti hanno espresso interesse e favore per quanto ammirato nelle visite, e gratitudine per l’iniziativa coordinata tra Pro Loco e Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi”, che ha consentito a un vasto pubblico, non solo di appassionati, di approfondire la conoscenza di un patrimonio culturale di grande valore.  Davvero importante il contributo degli operatori culturali del Beato Toniolo impegnati nelle due occasioni - Bianca Dalla Val, Renato Checchinato e Giovanni Granzotto - coordinati dalla segretaria dell’Istituto, Tiziana Zanon, e dal direttore scientifico Marco Zabotti.
Un grazie speciale anche a Piero Andrea D’Arsiè, parrocchiano del paese che si è distinto per la sua squisita attenzione e disponibilità in occasione di questo percorso.
Felici per gli esiti molto positivi del progetto di cultura e turismo religioso l’assessore alla cultura Cristina Munno, presente ai vari eventi, mentre tutto lo staff della Pro Loco di Tovena ha manifestato parole di grandissima soddisfazione per gli esiti delle iniziative, rispondendo agli attestati di stima e riconoscenza per la collaborazione espressi dall’Istituto “Beato Toniolo”, con l’auspicio insieme di nuove occasioni di proposta culturale e di sinergie per il futuro.





ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok