QualBuonVeneto

29 Mar 2016


San Vendemiano. Crocevia

San Vendemiano è anzitutto un crocevia: da qui parte l’Alemagna (SS 51) che porta a Dobbiaco attraverso i paesaggi più belli del Nordest: Vittorio Veneto, Pieve di Cadore, Cortina d’Ampezzo. Ma è anche un comune attraverso cui scorre la Pontebbana (SS 13) che collega Venezia all’Austria. A San Vendemiano poi, sede del casello autostradale di Conegliano, fa tappa in direzione nord-sud la A 27 (Venezia-Belluno) e da qui parte in direzione est la A 28 (Conegliano-Portogruaro). 


Possiamo pensare a questa località, dunque, come a un grande nodo di strade di antica memoria ‒ come la preromana e poi medievale via Ungaresca di cui ricalca il percorso la Pontebbana ‒ a cui si sono aggiunte in tempi recenti le veloci autostrade, che hanno cambiato in pochi decenni il volto di un’intera realtà geografica. Sopravvivono per fortuna anche minuscole realtà stradali curvilinee, accompagnate da alte siepi o circondate da aree rurali per brevi tratti quasi intatte.

Queste sono strade alle quali dobbiamo prestare particolare ascolto: coi loro salici, con pioppi e querce vetusti sanno raccontarci la storia millenaria di luoghi antichi, fertili e belli. Per questa particolare valenza viaria, oltre che perché luogo di fondazione del nostro magazine, San Vendemiano è snodo privilegiato da cui avviare i lunghi e colorati itinerari, nei quali ci prefiggiamo di condurvi, per spostarci poi attraverso ciò che di buono ‒ bellezze ed esperienze ‒ ancora alberga dentro le variegate realtà del Nordest.

(Photo: "Panorama di San Vendemiano" by Luca Mazzer)






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok