QualBuonVeneto

03 Set 2019


Scuola Enologica di Conegliano sempre più internazionale: sbarca in Sud America e guarda oltre il Prosecco

Al via i progetti di collaborazione internazionale con le Università del Vino di Argentina, Cile e Perù e un corso di alta specializzazione per Mastri Distillatori rivolto a professionisti e studenti.

Quello a cui partecipa la storica scuola enologica “G.B. Cerletti” di Conegliano è un progetto molto ampio di collaborazione internazionale tra le università del vino che ha l’obiettivo di aumentare le opportunità di formazione internazionale nel settore della viticoltura e dell’enologia per i propri studenti e, reciprocamente, per gli studenti delle altre istituzioni universitarie. Quest’anno saranno 7 gli studenti stranieri, provenienti da Argentina, Cile e Perù che frequenteranno i percorso formativi a Conegliano e entreranno in contatto con la tradizione vitivinicola dei territori dell’alta Marca Trevigiana e delle Colline di Conegliano e Valdobbiadene. Un’opportunità per far conoscere oltre i confini iItaliani l’importante ruolo che ha ricoperto e ricopre tutt’oggi la scuola enologica Cerletti nella ricerca e nell’innovazione del settore.

«Aprire ad eccellenti esperienze, come i corsi di distillazione, i rapporti internazionali fa capire come il nostro Istituto non intenda mai accontentarsi dei riconoscimenti conquistati nella sua lunga e prestigiosa storia, ma guardi costantemente avanti cercando di migliorare la propria offerta formativa e di stare al passo con i tempi» dichiara Maria Grazie Morgan, Preside della Scuola Enologica G.B. Cerletti.

Un progetto importante di collaborazione internazionale chiamato “Cerletti World” International Laboratory che si svilupperà nel tempo, diventando un vero e proprio network tra le università del vino in tutto il mondo grazie a un portale web che permetterà lo scambio delle conoscenze e l’avvio di progetti di ricerca internazionali.

Non solo Prosecco e vino in generale nello sviluppo dell’offerta formativa della scuola enologica di Conegliano. Infatti gli studenti stranieri ospiti avranno la possibilità di partecipare al nuovo corso (a numero chiuso) di alta specializzazione per mastri distillatori. Il corso innovativo, in avvio a fine settembre, si rivolge a professionisti e studenti con formazione agraria, enologica e alberghiera e ha l’obiettivo di far conoscere la grande tradizione Italiana del campo della distilleria. Il Master vuole trasmettere ai corsisti le tecniche e le conoscenze della distillazione e fornire le competenze per saper riconoscere le diverse tipologie di distillati e le loro caratteristiche.

«Il corso segue la tradizione della scuola che dal 1876 anno in cui, proprio a Conegliano presso la “Regia Scuola di Viticoltura ed Enologia”, il prof. Emilio Comboni contribuì al miglioramento qualitativo di questo distillato (l’alambicco a fuoco diretto che lui perfezionò e divulgò è diventato il simbolo della “Grappa veneta”). Nel secondo dopoguerra il prodotto fece un balzo sostanziale e di immagine che gli ha consentito di emanciparsi definitivamente da un retaggio di “rusticità”, per puntare al perfezionamento qualitativo all’insegna della leggerezza, con potenzialità di penetrazione e di affermazione nei mercati» spiega il prof. Giorgio Milani della Scuola Enologica G.B. Cerletti

Il corso di specializzazione “Mastro Distillatore” e riconosciuto dalla Regione del Veneto e rilascerà un attestato di partecipazione, valido per il riconoscimento dei crediti formativi a livello professionale. Il corso è organizzato da OIC Conegliano che collabora con l’istituto Cerletti per la formazione extracurriculare e ad alta specializzazione.  Informazioni e iscrizioni sul sito www.oiconegliano.it entro il 15 settembre.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok