Tavolo delle Imprese Responsabili e Sostenibili: prima tappa a San Vendemiano

Sostenibilità, responsabilità sociale, economia circolare i temi del confronto
Lo sviluppo sostenibile delineato dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite passa anche per la responsabilità sociale ed ambientale delle imprese. Le aziende del territorio stanno aumentando l’attenzione all’ambiente e al sociale, hanno compreso che essere sostenibili, oggi, non è più una scelta rimandabile, ma una richiesta sempre più frequente. Nel territorio c’è un segnale positivo da parte di imprese virtuose che da tempo si impegnano a operare nel rispetto del capitale umano, sociale e ambientale per andare verso l’adozione di un modello di produzione circolare, sostenibile e responsabile.
A seguito del Convegno “Imprese sostenibili e responsabili del territorio si raccontano” organizzato il 17 maggio alla Fiera 4 Passi con il coinvolgimento di 10 imprese trevigiane e bellunesi di settori e dimensioni diversi, Service Vending, Electrolux e Scattolin DA hanno ritenuto importante proseguire il percorso iniziato insieme. Così affiancate da Romina Noris, consulente per le piccole e medie imprese su sostenibilità e responsabilità sociale, e con il coordinamento di UniS&F, Unindustria Servizi e Formazione Treviso
Pordenone, hanno attivato un Tavolo delle Imprese Responsabili e Sostenibili. Attualmente ne fanno parte Service Vending, Electrolux Italia, Scattolin DA, Technowrapp, Unifarco, Fiorital, Plast, Fondazione di Comunità della Sinistra Piave onlus, l’Istituto scolastico Rosselli di Castelfranco Veneto e Banca della Marca Credito Cooperativo.
Obiettivi del progetto sono condividere il diverso modo di intendere la sostenibilità d’impresa in base al settore e alle dimensioni dell’azienda per trovare sinergie innovative; partire da queste per sviluppare insieme un progetto di sostenibilità che sia allineato all’Agenda 2030; imparare nella condivisione di esperienze e competenze per arricchire la conoscenza sui temi della sostenibilità; realizzare un Decalogo di Sostenibilità da condividere in azienda e da comunicare verso gli stakeholder esterni per creare consapevolezza relativa alla responsabilità che ogni persona ha di agire in modo sostenibile nella quotidianità professionale e personale.
Ieri, 17 gennaio 2020, si è tenuto il primo incontro presso la sala esposizioni della sede municipale messa a disposizione dal comune di San Vendemiano, che con gli altri 27 Comuni della sinistra Piave, l’Ulss2 Marca Trevigiana e con Banca della Marca, altro protagonista del Tavolo, fanno parte del nucleo fondante di Fondazione di Comunità. L’incontro dedicato alla “Gestione dei rifiuti nel rispetto dell’ambiente”, è iniziato con il benvenuto da parte di Fondazione di Comunità che ha presentato alle aziende i suoi progetti di responsabilità sociale e il codice di comportamento etico che sono espressione della sua stessa missione e per tale motivo è stata chiamata a far parte del Tavolo.
L’incontro si è poi sviluppato con gli interventi di Veritas per l’approfondimento delle normative per la gestione dei rifiuti nel rispetto dell’ambiente, Electrolux Italia con la condivisione del progetto Zero Landfill Program, Scattolin DA per il racconto dell’impegno sostenibile del vending nel rispetto dell’ambiente e infine sono iniziati i lavori per la costruzione di un Decalogo della Sostenibilità che verrà sviluppato di volta in volta.
Il percorso delle imprese responsabili e sostenibili si svilupperà nei prossimi mesi con altri quattro incontri itineranti nelle aziende del gruppo e saranno dedicati all’approfondimento dei temi di sostenibilità e allo sviluppo di iniziative concrete che generino un impatto positivo per l’ambiente e la comunità dove le imprese risiedono e operano.
Una partnership virtuosa per agire e realizzare concretamente la sostenibilità.





ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok