News

02 Apr 2020


Una voce amica, vicina anche da lontano

Conegliano offre uno spazio di ascolto e sostegno psicologico gratuito

Permanenze domiciliari prolungate, anche se fondamentali per tutelare la salute pubblica e individuale, possono risultare faticosi e generare tensioni all’interno del nucleo familiare.

Molti comuni e associazioni si sono mossi per prevenire o sostenere un’eventuale emergenza psicologica provocata dallo stravolgimento improvviso delle abitudini di vita, dall’incertezza per il futuro, dalla paura per la malattia, dalla gestione degli equilibri familiari, dal senso di solitudine o dalla lontananza delle persone care…

Il Comune di Conegliano mette a disposizione uno spazio di ascolto e di supporto psicologico per rispondere alle esigenze dei cittadini anche a distanza, attraverso colloqui telefonici: «Con il Servizio “Spazio di Ascolto e Sostegno Psicologico per emergenza Coronavirus Covid-19” vogliamo implementare i Servizi già esistenti, al fine di sostenere psicologicamente ed emotivamente le persone sole e/o le persone con stati di ansia dovuti all’emergenza Coronavirus» ha spiegato l’Assessore alle Politiche sociali Sonia Colombari. Le attività sono garantite dalla dott.ssa Michela Fuser, psicologa del Centro di ascolto dei Servizi sociali del Comune di Conegliano, che afferma: «La prolungata permanenza in casa, la situazione di emergenza sanitaria e la sensazione di solitudine possono portare a stati di ansia e di disagio: i colloqui telefonici possono trasformare i pensieri negativi e aiutare le persone fragili ad affrontare le paure. Si può accedere allo “Spazio Ascolto e Sostegno Psicologico” telefonando al numero 320.4321461 dalle 8.30 alle 12.30 nei giorni lunedì, mercoledì e venerdì.

A Conegliano anche il consultorio familiare e socio educativo Centro per la Famiglia ha attivato uno spazio di ascolto, di sostegno e consulenza psicologica gratuiti dedicati a chi cerca conforto, aiuto, incoraggiamento: chiamando lo 0438-32053 si potrà chiedere un colloquio online o telefonico con professionisti della relazione d’aiuto competenti e accoglienti. Il progetto, denominato “Parla con me”, vuole essere una voce amica in tempi d’emergenza. 






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok