Volley Piave, a Soligo due nuovi campi di Beach Volley

Un’area di mille metri quadrati, con 280 quintali di sabbia per il terreno di gioco, a beneficio dei giovani e della voglia di incontri, di allenamenti, di gare e di rinascita.
Davvero una bella novità, a servizio delle giovani generazioni e dello sport di tutto il territorio: i due campi di beach volley della società Volley Piave, inaugurati sabato scorso a Soligo, rappresentano una risposta davvero significativa e concreta alla domanda di rinascita e di ripresa delle relazioni fra le persone della comunità, un traguardo importante per la storica società pallavolistica del Quartier del Piave che ha saputo resistere in questa fase non facile e, soprattutto, indicare nuove strade e realizzazioni pere la pratica sportiva quotidiana. 1000 metri quadrati la superficie complessiva interessata dalle nuove aree per la pratica del beach volley, in un terreno di proprietà del comune di Farra di Soligo dato in concessione pluriennale alla Volley Piave, guidata dal presidente Ino Gerlin, società che conta sull’affiliazione di quasi duecento atlete tra squadre giovanili e mini volley, e arriva sino a 240 iscritte con amatoriali e CS, provenienti un po’ da tutto il Quartier del Piave. Proprio Gerlin è stato il grande animatore e costruttore del progetto, capace di coinvolgere una serie di soggetti che hanno contribuito tutti a dare il meglio per questo felice obiettivo, raggiunto in poche settimane, vista che la primissima escavazione risale soltanto al primo maggio scorso. “Sento di ringraziare in primis il nostro sponsor principale Raffaele Mazzucco, titolare di Sogno Veneto - afferma Gerlin - e con lui la Zannoni Scavi di Antonio Zannoni e l’impresa di costruzioni di Graziano Pradal: hanno offerto un apporto esemplare e generoso alla nostra iniziativa. E mi sento di esprimere pure gratitudine ai genitori delle atlete e a tutte le persone che in ogni modo hanno saputo donare tempo e collaborazioni utili per far diventare il progetto una bella realtà”. Ben 280 i quintali di sabbia trasportati a servizio dei due nuovi campi, che saranno utilizzabili anche in notturna, grazie all’impianto di illuminazione esistente in loco: l’accesso alla struttura sarà garantito nei giorni feriali e festivi alle ragazze della Volley Piave, ma anche a quanti volessero fare apposita richiesta ai vertici della società farrese. Alla cerimonia per il taglio del nastro del nuovo impianto, situato nel contesto dell’area festeggiamenti di Soligo, ai piedi del colle di San Gallo, la soddisfazione della comunità ecclesiale e civile è stata espressa in particolare dal parroco don Brunone De Toffol, dal sindaco Mattia Perencin e dalle parlamentari Angela Colmellere e Sonia Fregolent.
Si arricchisce dunque di un tassello veramente pregevole e innovativo il panorama dell’offerta sportiva della Volley Piave, che ora a Soligo può mettere a disposizione in maniera autonoma, continuativa e sicura due campi di beach volley a beneficio dei giovani e della voglia di incontri, di allenamenti, di gare e di rinascita al tempo del post pandemia.             





ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok