QualBuonVerso

29 Mag 2020


La maestra e la sua mano

Con la Speranza di poter tornare presto ad usare carta e penna e gustare di quei gesti di cura che un buon maestro sa donare

C'è una penna tra le penne

che nessun bambino ha

chi l'ha fatta, come avvenne

questo proprio non si sa.

Ha poteri sorprendenti:

puo' far nascere sorrisi, 

faccine triste o sorridenti,

frasi dolci oppure avvisi.

 

È una penna misteriosa,

la magia sta nelle dita

di chi la usa senza posa

e ci accompagna nella Vita.

La maestra, la sua mano

possiede questa abilità

con pazienza, piano piano

valorizza qualità.

 

Tra le righe dei miei testi

non scrive solo correzioni

quella mano coi suoi gesti,

puo' lasciarmi grandi doni,

perché come un contadino

sa guardare con Speranza

a quel suo seme piccolino

che dal terriccio lento avanza.

 






ABOUT AUTORE

Valentina Notturno
Quando la rima mi scappa di mano/spicco in un volo che mi porta lontano/e attraversando quei mille pensieri/li afferro decisa e li faccio leggeri.//Con ogni parola ben accostata/scrivo una storia mai raccontata,/se poi tra i miei versi nasce armonia/ecco che sboccia una nuova poesia.//Quando mi esprimo con questa scrittura/non c'è da pensare che sia mia bravura/credo sia un Dono che ho ricevuto,/che con il tempo ho riconosciuto.//Ad ogni persona è stato donato/un tesoro prezioso che va coltivato!//

 









Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok