Il Granellino

01 Giu 2019


Denudarsi

"Qualunque cosa chiederete al Padre mio nel mio Nome, Egli ve la concederà", dice Gesù ai suoi discepoli. Cosa io chiedo al Signore? Non oro e argento, ma lo Spirito Santo perché mi dia il potere soprannaturale di diventare immagine viva di Cristo. Voglio lasciare questo mondo con un cuore pieno d'amore, cioè voglio morire da santo. Se non morirò da santo, la mia vita sarà un fallimento. Se morirò da santo, la SS. Trinità sarà glorificata e il prossimo beneficato. Morire con un bel conto in banca e con titoli onorifici, ma senza la grazia di Gesù Cristo, l'amore del Padre e la comunione dello Spirito Santo è un grande fiasco.
Cosa stai chiedendo al Signore nella tua preghiera? Voglio sperare che anche tu preghi dicendo: "Signore, fammi Santo!". Si, la vera ricchezza è colmare il nostro cuore con l'amore della Trinità. Ha detto Gesù: "Cercate il regno di Dio e tutto il resto vi sarà dato in sovrappiù". Cos'è questo resto? Il pane quotidiano, la salute, la pace, la gioia e la stima. Tutto ci sarà dato in pienezza.
Siamo usciti dal Padre e ritorniamo al Padre. Quando? È un grande mistero. Lasceremo questo mondo nudi come siamo nati. Perciò, è essenziale che noi ogni giorno ci denudiamo (non solo durante l'estate!). Abbiamo molti vestiti addosso che rendono il nostro cuore pesante e oppresso. Quanti sentimenti cattivi dimorano nel nostro cuore! Solo i puri di cuore vedono e gustano l'amore del Signore. Il vedere e gustare l'amore di Dio è già Paradiso, cioè gioia piena.
Pentecoste sta arrivando. Andiamo verso la Pentecoste con la seguente invocazione: "Padre, nel nome di Gesù, manda il tuo SPIRITO perché rinnovi la mia e la faccia di tutta la terra!"

Riferimento: Gv 16,23-28










Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok