Il Granellino

23 Ott 2018


Il Brivido della Morte

Molti uomoni e donne, vedendo che il sole sta tramontando sulla loro esistenza, cominciano a dedicarsi più seriamente alle realtà del cielo. Il brivido della morte genera, in molte persone, la conversione del cuore. La malattia o la vecchiaia sono avvisaglie che il Padrone della nostra vita sta arrivando dal viaggio di nozze e ci vuole trovare occupati in un serio cammino di conversione e di fede. Qualcuno potrebbe dire che non sarebbe bello dedicarsi a Dio dopo lunghi anni di vita vissuti senza Dio. È meglio tardi che mai. Poi non bisogna dimenticare che uno dei ladroni crocifissi accanto a Gesù si convertì proprio prima di morire.
Andando in giro per la predicazione, noto che la presenza dei giovani nelle assemblee è molto scarsa. I giovani sono assenti. Per loro l'evento della morte è molto lontano. Perciò, l'unica loro occupazione e preoccupazione è conseguire potere, successo e sesso. Per loro la morte è un evento che si verificherà solo nella vecchiaia. Anche se partecipano a un funerale di un loro coetaneo, sono convinti che sono sempre gli altri a morire. Accade anche che, passando accanto a un carro funebre, si fanno gli scongiuri. Benedico mia madre che mi ha sempre parlato della morte e del Paradiso. Spesso mi faceva vedere i vestiti che dovevamo metterle addosso quando sarebbe morta. Non aveva paura della morte. Per questo motivo, il momento in cui chiuse gli occhi a questo mondo, il suo volto si illuminò di un sorriso soprannaturale. Andava incontro al suo Sposo.
Ho ormai 73 anni finiti e sono stato operato al cuore. Non ti nascondo che, ogni tanto, mi viene il brivido della morte ed esso mi spinge ad operare sempre più nella vigna del Signore. Non voglio essere trovato nell'ozio alla venuta del mio Padrone.
Quando si pensa all'eternità, tutto il resto diventa spazzatura. Si diventa meno aggressivi, prepotenti, ambiziosi, avari e immorali. Quando mi si chiede: "Padre, cosa devo fare per vivere bene?". La mia risposta è: "Pensa alla morte. Fai il tuo dovere e vivi il qui e l'ora nell'amore”.














Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok