Il Granellino

09 Apr 2019


Io non sono solo

Ti senti solo, sconsolato, impaziente, non amato e abbandonato da tutti? Se questo fosse il tuo caso, ho molta compassione per te. Sai perché vivi in questa condizione così inumana? La causa di tutto questo tuo malessere è il rifiuto di fare le cose che sono gradite al Padre celeste. Gesù non si è mai sentito solo perché ha sentito, anzi ha visto che il suo Padre era sempre con Lui. E il Padre era sempre con Lui perché Egli faceva sempre le cose gradite a Lui. Chissà quante volte ripeteva ai suoi discepoli: "Il mio cibo è fare la volontà del Padre mio".
Il peccato ci separa da Dio e chiude i nostri occhi alla sua divina presenza. Il bambino piange e si dispera quando non vede e non sente più la presenza del padre o della madre. L'uomo è stato creato per camminare alla presenza del suo Padre e Creatore che è amore fedele.
Avanzando in età, l'uomo crede di non aver bisogno di Dio perché si sente forte, intelligente e autosufficiente. Arriva persino a pensare che solo colui che è debole e povero ha bisogno di Dio. Con questa mentalità compie opere che non sono gradite a Dio, cioè parla e agisce contro la volontà di Dio. Fino a quando è nella condizione di risolvere i suoi problemi con i mezzi umani che ha, si sente potente. Ma quando arriveranno dolori e sofferenze superiori alle sue forze, comincerà a sentirsi solo, abbandonato, non amato e deluso.
Se non piegherà la sua dura cervice davanti a Dio, la sua solitudine infernale lo porterà al suicidio morale e forse anche a quello fisico.
Nella sua passione e morte, Gesù non si è mai sentito solo, non si è mai ribellato contro il Padre celeste. A chi gli consigliava di non abbracciare la croce rispondeva subito dicendo: "Vattene, Satana, tu non parli secondo Dio".
Ti senti solo, deluso, abbandonato e non amato? Abbi l'umiltà d'inginocchiarti davanti al Signore e sentirai il suo abbraccio consolatore. Non cercherai più amanti per non sentirti solo, non starai più ore intere davanti alla televisione per non sentirti solo, non cercherai più la droga e l'alcool per non sentirti solo. La presenza viva del Signore colmerà quel vuoto che avverti dentro di te.

Riferimento: Gv 8,21-30














Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok