Il Granellino

21 Feb 2019


L'ora della prova

Gesù parla apertamente ai suoi discepoli della sua passione e morte che dovrà subire a causa della malvagità dell'uomo. Gesù è pienamente consapevole di ciò che gli sarebbe accaduto. Non è facile rimanere fermi e forti nello spirito avendo davanti a sé una fine drammatica o tragica. Ci vuole veramente un grande spirito di fede, speranza e carità. Se il medico ti dovesse annunciare: "Giorgio, hai solo tre mesi di vita, forse anche di meno!". Quale sarebbe la tua reazione a questa notizia così drammatica? Se non hai fede, a questa notizia potresti reagire commettendo un suicidio, non mi riferisco solamente a quello fisico, ma anche a quello morale, che significa chiusura rabbiosa e totale al mondo che ti circonda. Se hai fede, alla notizia di avere solo tre mesi di vita, potresti esclamare dicendo: "Signore, nelle tue mani consegno la mia vita. Fai di me quello che tu vuoi". Questo atteggiamento interiore ti porterebbe ad essere tranquillo e sereno come un bimbo svezzato sul seno di sua madre. Questa accettazione della volontà divina diffonderà intorno a te un'atmosfera di serenità e pace.
"Pregate per non cadere in tentazione!", dice continuamente Gesù a noi che lo seguiamo. Qual è la tentazione? È quella di rinnegare Gesù Cristo nell'ora della prova. La gente senza fede e, tra questi, forse anche qualche migliore amico, ci dirà sotto l'azione di satana: "E tu credi ancora in Cristo? Non vedi che ti ha messo addosso una croce insopportabile? Non vedi che è ingiusto?". Se la nostra fede è fondata sulla roccia della Parola di Dio, quello che Gesù disse a Pietro lo diremo anche noi a coloro che ci tentano a non fare la volontà di Dio: "Lungi da me, satana! Perché tu non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini!".
La professione di fede in Gesù Cristo è vera soprattutto quando la si fa avendo davanti a noi la Croce. Qual è oggi la croce che è stata piantata davanti a te? Con quale spirito la stai vivendo e contemplando? Desidero ricordarti l'insegnamento di Gesù: "Se qualcuno vuol venire dietro di me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua."

Riferimento: Mc 8,27-33














Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok