Il Granellino

11 Lug 2018


Rinunciare a qualcosa per avere di più

Pietro non aveva ancora ricevuto la Pentecoste, perciò seguiva Gesù per interessi personali. “Ed io - domandò Pietro - cosa riceverò in cambio per aver lasciato tutto e tutti per seguire te, Gesù?". Umanamente parlando, la domanda di Pietro è comprensibile. Bisogna capire che Pietro, come gli altri discepoli, erano convinti che Gesù sarebbe stato un Messia politico. Soprattutto nel mondo politico l'atteggiamento di Pietro è cosa normale. Se un candidato politico chiedesse a un uomo: "Vuoi impegnarti a  procurarmi voti per essere eletto onorevole?". L'uomo risponderebbe subito: "Ma tu cosa mi darai in cambio?". "Un posto di lavoro ", risponderebbe il candidato.
Il Signore non si fa vincere in generosità. La generosità di Dio è senza misura. Se tu lasci qualcosa o qualcuno per amor suo, vedrai che il Signore riempirà la tua vita di doni immensi. Però, una cosa bisogna capire: che bisogna rinunciare a un qualcosa o un affetto umano non con l'intenzione di ricevere doni dal Signore ma solo con il desiderio di lavorare nel suo Regno perché Egli sia conosciuto e amato.
Lavorare per Gesù è già un privilegio ed è fonte di gloria.
Perdonami se sarò un pò autoreferenziale. Come prete, ho lasciato e rinunciato a una famiglia, ma il Signore mi ha donato molte famiglie che sono state e sono fonte di amore. In qualsiasi parrocchia ho operato e in qualsiasi paese o città sono andato per evangelizzare sono stato accolto come fratello, figlio, padre e nonno. Sono sazio di affetto e non mi sono mai sentito solo e non amato. Pur non essendo un uomo con grosse facoltà intellettuali, il Signore ha permesso che io parlassi in televisioni e radio private, che io scrivessi articoli di natura spirituale su riveste e giornali, che fossi chiamato ad essere direttore della rivista SPIRITUS DOMINI e così via. 
Sono sazio di gloria umana. Devo dire, però, che non sono mancati momenti di persecuzione da parte del maligno.
Perciò, fratello caro e sorella cara, non esitare a rinunciare a qualche comodità per servire il Signore. Non solo Egli ti ricompenserà su questa terra, ma avrai un'eterna ricompensa anche nell'altro mondo.
 
Riferimento: Mt 19,27-29









Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok