Immaginare

21 Set 2018


Lo sguardo “oltre”

Tutto è nato in un tiepido pomeriggio di marzo. Era il 2008.
Raoul, mio fraterno compagno di studi, apre lo zaino e mi porge l’ultimo acquisto: “Da Bart a Barth. Per una teologia dei Simpson” di Brunetto Salvarani.
Posso dire che è stato “amore a prima vista”!
Dopo un poco accademico “che fikata”, prendo il libro, lo sfoglio e chiamo subito Giovanna, la mia amica libraia, che provvede tempestivamente ad ordinarlo.
Nel giro di qualche giorno è sulla mia scrivania ed inizio così la nuova scoperta.
Dalla prima infanzia, una delle maggiori passioni che occupa (molto) tempo e (qualche) risparmio, riguarda il mondo dei cartoni animati, del fantasy, del racconto, del gioco e tutto quanto si può definire attraverso un bel “nerd”.
Avevo già iniziato a fare qualche parallelo tra vita-religione-storie-personaggi-scoperte, a livello, molto embrionale, durante le scuole superiori; l’aggiornamento del “pacchetto base” è arrivato dopo aver letto e condiviso il volume di Salvarani.
L’editore del testo, decisamente creativo e stimolante, ha successivamente proposto una collana dedicata alla “teologia pop” comprendente testi che spaziano da Harry Potter a il Signore degli anelli, da Il Piccolo Principe a Mafalda, esplorando e connettendo mondi che, per molti, potevano essere lontani e senza nulla in comune.
Quel primo sole primaverile di marzo ha proprio illuminato, citando Jovanotti, la sottile linea d’ombra!
Cosa trovo particolarmente interessante in questo? Cercare di andare oltre.
Sicuramente qualcuno ti avrà parlato di Giacomo Leopardi, quello che scriveva molto, oggi si potrebbe dire un “gran blogger”! In un suo famoso componimento parla di una siepe che “il guardo esclude”; ecco, l’esercizio che mi propongo e che propongo ogni volta che mi capita l’occasione, è quello di superare la siepe e andare oltre.
Di certo quel limite visivo non è la fine del “conosciuto”, c’è molto altro da esplorare per fortuna!
Il mondo fantasy, in generale, ti permette (anche) di fare questo, di superare quanto è scritto sulla carta creando parallelismi con il tuo personale vissuto. Magari non siamo veri e propri nani, elfi, androidi, guerrieri, supereroi… ma in ogni loro vicenda si nasconde parte della nostra esistenza: decisioni, dubbi, domande, esperienze, sfide quotidiane da affrontare, cadute, vittorie…
Attenzione però: in loro vediamo noi stessi solo quando andiamo oltre il testo!
Andare oltre è anche saper “ricalcare”, discernere, rischiare, e far tesoro (magari assieme a Jack Sparrow) dei molti messaggi veicolati nelle vite di ogni singolo personaggio.
Tutto questo riguarda ogni aspetto della persona, parte religiosa - nel più ampio significato del termine - compresa!
Quali sono i mondi che esploreremo in futuro?
Senza farti troppi spoiler cercherò di accompagnarti dentro l’armadio con i protagonisti di Narnia: sarà piacevole perdersi giocando a palle di neve o correndo assieme ad Aslan; cercherò anche di condividere un pasto nella locanda del “Puledro Impennato” magari sorseggiando qualche bevanda con Frodo o Aragorn, poi ti potrei chiedere aiuto per sradicare i Baobab sull’asteroide B-612 e molto altro…
Buona scoperta!
Intendo lasciarti con le parole che zia May rivolge a Peter nel finale di Spiderman 2 (2004):

“Tutti quanti amano gli eroi, la gente li aspetta, li acclama, grida i loro nomi, e anni dopo racconteranno di come sono rimasti sotto la pioggia per ore e ore solo per dare una fuggevole occhiata a colui che insegnò loro a tener duro solo un secondo di più. Io penso che ci sia un eroe in tutti noi. Che ci mantiene onesti, ci dona forza, ci rende nobili. E alla fine ci permette di morire con dignità, anche se a volte dobbiamo mostrare carattere e rinunciare alla cosa che desideriamo di più, anche ai nostri sogni”.

Credi ancora che i mondi che ci apprestiamo a considerare - anche sotto l’aspetto religioso - siano lontani dal nostro vissuto?






ABOUT AUTORE









Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok