Ritornare umani

In un mondo in cui si è sempre più dipendenti dalle macchine e dalla comunicazione digitale, diventa fondamentale mettere in primo piano la dimensione sociale e rituale che caratterizza l’umanità. Questa è l’esperienza del Lucca Comics & Games, il community event più significativo d’Europa, che ci racconta il prof. Carlo Meneghetti.

Cosa significa oggi essere umani? La domanda ha fatto da filo conduttore all’edizione del Lucca Comics & Games che si è svolta, nella città toscana, dal 30 ottobre al 3 novembre 2019.
Numerosissime le presenze, più di 270.000 i biglietti venduti, come si può osservare sul sito della manifestazione. Eventi tematici, anteprime cinematografiche, interventi di autori, tornei, tavoli di gioco sempre pieni, ospiti internazionali e molto altro hanno permesso agli appassionati di vivere ogni giorno momenti unici e stimolanti.
Per quanto riguarda la parte educational un gruppo di studenti dello IUSVE di Mestre e di Verona ha partecipato attivamente guidando due workshop.

Il 30 ottobre Giovanni Giamboni e il prof. Matteo Adamoli sono stati i conduttori di un laboratorio dal titolo: “D&D nella formazione aziendale”. I partecipanti sono stati coinvolti nell’analisi del famoso gioco di ruolo fantasy (Dungeons & Dragons) facendo esperienza della sua valenza educativa-formativa in azienda.
Il 2 novembre Lisa Pizzato, Davide Bettin, Alberto Sartori e Luca Stefan, con la mia supervisione, si sono messi in gioco condividendo il tema dei supereroi e della loro possibile odierna comunicazione sui social network, a partire dalla domanda “Come comunicherebbero oggi i supereroi sui social?”. I partecipanti, motivati e curiosi, hanno attivato la loro creatività plasmando una breve storia con protagonisti i supereroi, su un tema assegnato dai relatori e studiando una situazione tipica della comunicazione online che le persone vivono quotidianamente.
Interessante è stato il nuovo format educativo che ha visto coinvolta l’Arcidiocesi di Lucca. Per l’occasione si è pensato di proporre 5 eventi dedicati a docenti, educatori, formatori, catechisti e operatori pastorali di Lucca.
Jacopo Masiero ed io abbiamo condiviso con un gruppo di docenti il tema delle relazioni digitali e dell’utilizzo dei social.

Don Giovanni Berti ha presentato, insieme a Lorenzo Galliani, il suo libro “Nella vignetta del Signore” edito da Ancora nel 2019.
È seguito un workshop intitolato “Parabole in meme”, da me condotto, in cui i partecipanti hanno utilizzato questa particolare forma comunicativa, tipica della cultura di Internet, per raccontare alcune storie tratte dalla Bibbia.
Il gruppo Cattonerd ha infine esplorato il “sacro nel profano” proponendo alcuni casi studio e valorizzando come ci siano “contaminazioni” religiose nei fumetti, nei film, nelle canzoni, nelle serie tv, nei cartoni animati.
La giornata conclusiva ha visto la partecipazione di Mauro Granducci ideatore del prototipo di un gioco sugli Atti degli Apostoli che probabilmente sarà ultimato e presentato nel Lucca Comics & Game 2020.
In molti di questi eventi, la presenza dell’arcivescovo di Lucca Paolo Giulietti ha permesso confronti e scambi sulle tematiche educative e sulle relative sfide che gli educatori di oggi si trovano ad affrontare; anche in questo caso si è ripresa la domanda “Cosa significa oggi essere umani?”.

La domanda è rimasta aperta, in ogni momento è stata data una risposta specifica: nella formazione fatta sui social con i miei studenti la risposta è stata “essere umani significa dare valore all'alterità anche nelle strade digitali”; in altri contesti, “essere umani è crescere pensando alla narrazione durante la lettura di un fumetto, la visione di un film, la partecipazione ad un gioco”; e ancora, “essere umani è essere un bene per l'altro”, riprendendo la citazione di un celebre fumetto “da grandi poteri derivano grandi responsabilità”.

Per tutta la durata della manifestazione, non è mancata la presenza di Cube Radio, la radio dell’università IUSVE, che ha condiviso online alcuni momenti. Oltre agli ospiti famosi nazionali e internazionali come Zerocalcare, Leo Ortolani, Sio, Patrick Stewart e molti altri, Lucca Comics & Games valorizza momenti culturali di spessore proponendo temi che si legano all’immaginario fantastico ma che, di rimbalzo, tornano nella vita di ciascuno evocando riflessioni e confronti.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok