La Dimensione Spirituale

22 Lug 2017


Alta e bassa marea

Ci sono momenti nella vita in cui ci si sente stanchi. Stanchi di amare troppo, di preoccuparsi troppo, di investire energie in progetti indefiniti. Stanchi dell’ingiustizia, dell’incertezza, della fatica. Stanchi, semplicemente perché si è vivi. Nulla di anomalo. Sono gli alti e bassi della vita.

“Noi siamo come le maree. Alta e bassa marea si alternano. Il mare non muta. Si placa o si agita ma resta se stesso. Le correnti che agitano le acque ossigenano i fondali. Il movimento che placa, invece, agevola l’immersione. Sul mare calmo si può galleggiare col volto rivolto verso l’alto”. Etty Hillesum

In questo mondo, che ci vuole sempre attivi, operativi, entusiasti, è difficile convincerci di essere dinamici anche quando il vento della vitalità non soffia. Di fatto il movimento della vita non si arresta mai, neppure quando siamo stanchi e crediamo di essere fermi e sentiamo di non avere più la forza di procedere. Proprio questi momenti di apatia - se assecondati, vissuti, capiti - possono rivelarsi più produttivi di altri. Tutto è dynamis, movimento.

“Bassa e alta marea. Anche nell’amicizia le cose stanno così: bisogna acquisire senso del ritmo. (…) Quando ho compreso che non può esserci sempre alta marea in un’amicizia e che pure la bassa marea deve essere accettata, e persino come qualcosa di positivo e fruttuoso, anche la vita, in quel momento, ha cominciato a fluire in me con un onda più calma”. Etty Hillesum

Acquisire senso del ritmo. E - aggiungo - abbandonare la pretesa di ottenere subito dei risultati misurabili. La causa principale del senso di cronica stanchezza è proprio l’insoddisfazione da mancata realizzazione immediata. È la malattia del nostro tempo: tutto e subito. Invece, alcune cose nella vita - forse le più importanti - accadono e si compiono nel silenzio, lentamente. Sono le piccole scelte che facciamo ogni giorno a scolpire la migliore versione di noi stessi. Ma il lavoro di scalpello richiede attenzione e pazienza. Dobbiamo concederci tempo, il tempo di aspettare che qualcosa accada. E occhi attenti a cogliere le infinite sorprese che la vita ci riserva.  






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok