La Dimensione Spirituale

19 Ago 2017


Chi ha rubato i nostri sogni?

"Se puoi sognarlo, puoi farlo”… diceva Walt Disney!

Quanto ci abbiamo creduto finché eravamo bambini? Tantissimo!
E oggi? Ci crediamo ancora? Anzi la domanda migliore è: sogniamo ancora?

Mi pare che, trascorsi i primi dieci-quindici anni di vita, ci si senta ridicoli a sognare qualcosa di diverso o di migliore rispetto a quello che si ha: riteniamo che sognare sia una cosa da bambini, una perdita di tempo; così, ci adattiamo e ci adagiamo a quello che la vita ci propone, senza chiederci se è davvero ciò che vogliamo!

Chi ha rubato i nostri sogni? Dove sta scritto che da grandi non si può più sognare?

Sfatiamo questo mito che sognare è un diritto solo dei bambini. Sognare è per tutti. Sognare rende vivi. Quando si è bambini e si ha un sogno ben chiaro, si fa di tutto per raggiungerlo; da adulti, che abbiamo più capacità, più abilità, più competenze e sarebbe nettamente più semplice arrivare all’obiettivo tanto desiderato, tutto svanisce... per un semplice motivo: smettiamo di crederlo possibile!

Henry Ford, Thomas Edison, Michael Jordan, Walt Disney, Steve Jobs... sono solo alcuni nomi di persone (per nulla diverse da me o da te) che ci hanno creduto, hanno voluto fortemente qualcosa, ritenevano il loro sogno realizzabile e lo hanno reso realtà.

Fatica? Si.
Impegno? Si.
Perseveranza? Si. Sicurezza? Si.
Difficoltà? Si.
Volontà? Si.
Focus? Si.
Determinazione? Si.
Soddisfazione? Immensa!
 
E noi cosa abbiamo di diverso da loro?

Giochiamo ad armi pari... anzi, forse siamo ancora più agevolati poiché viviamo in una contesto in cui nulla ci manca e tutto si può avere, eppure? A volte ci fossilizziamo in una vita che non è la nostra.

È vero, quello che sei oggi è dovuto dalle scelte che hai fatto ieri, ma le scelte che fai oggi possono cambiare ciò che sarai domani!

 

Blog: A DIFFERENT STYLE






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok