La Dimensione Spirituale

03 Nov 2019


Perseverare come il bambù

“Continua a piantare i tuoi semi, perché non saprai mai quali cresceranno – forse lo faranno tutti” (Albert Einstein)
In un tempo lontano, due agricoltori stavano passeggiando tranquillamente al mercato, quando qualcosa attirò la loro attenzione. In una bancarella vi erano dei semi che non avevano mai visto, così decisero e chiesero al venditore cosa fossero. 
Uno dei due uomini chiese al commerciante: “Che semi sono questi?”.
“Sono semi di bambù, sono speciali e vengono dall’Oriente”, rispose il commerciante.
“E perché sono così speciali?” chiese l’altro agricoltore. 
“Se li acquisterai e li pianterai, scoprirai tu stesso il perché. Hanno bisogno di acqua e concime, nient’altro”.
Incuriositi dunque dalle parole del venditore, entrambi gli agricoltori comprano i semi di bambù. 
Una volta tornati nei loro terreni, li piantarono e iniziarono ad annaffiarli e concimarli, ma dopo un periodo abbastanza lungo di attesa e lavoro, le piantine ancora non erano germogliate, a differenza di altre specie di piante che già davano i frutti. 
Uno dei due agricoltori disse all’altro: “Quel vecchio mercante ci ha ingannati con questi semi, non ne crescerà mai nulla, abbiamo buttato denaro, tempo e fatica!”. Quindi decise di smettere di prendersene cura e abbandonò quel terreno.
L’altro agricoltore, invece, continuò fiducioso a coltivare i propri semi per non gettare al vento il denaro e tutta la fatica spesa a concimarli e irrigarsi e continuando a dare loro tutta l’acqua e il concime necessari.
Il tempo passava, ma i semi non germogliavano, erano passati ormai anni e anche il secondo agricoltore era ormai sul punto di gettare la spugna, quando un bel giorno vide che il bambù stava finalmente crescendo, non solo, in sei settimane le piante raggiunsero un’altezza di quasi 30 metri. L’agricoltore era stupito e felicissimo e si ricordò le parole del venditore “tu stesso scoprirai perché sono semi speciali!”.
Come è possibile che il bambù abbia impiegato 7 anni per germogliare e che in sole sei settimane sia riuscito a raggiungere una tale altezza? È la particolarità del bambù cinese: durante i 7 anni di apparente inattività, il bambù genera un complesso sistema di radici che gli permettono poi di germogliare e di crescere alto e solido in così poco tempo. 

Questa storia ci insegna che quando ci sforziamo con tutti noi stessi verso un obiettivo, potrebbe sembrarci di non vedere risultati immediati e saremmo magari tentati di gettare la spugna; ebbene, quello  proprio il momento della perseveranza, del rinforzare le radici del progetto a cui ci stiamo dedicando, perché poi, quando la pianta germoglierà, crescerà e darà frutto, questo succederà per tutto ciò che  è stato preparato prima e, allo stesso tempo, la profondità e solidità di quelle radici saranno anche garanzia della vita futura di quella pianta e della sua capacità di resistere alle intemperie esterne. 

Quindi non scoraggiarti, prendi esempio dal bambù cinese, vai avanti e persevera, le radici che stai mettendo ti sosterranno e ti sorprenderanno coi loro frutti!






ABOUT AUTORE









Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok